Villa dei Pini, dipendenti in stato di agitazione

0
1

I delegati di Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno proclamato lo stato di agitazione dei quasi 110 dipendenti della Villa dei Pini, i quali già da diversi mesi ricevono lo stipendio con ritardi anche di due settimane e che sulla retribuzione del mese di febbraio si sono visti decurtare il 20% del totale, a causa delle difficoltà economiche della proprietà. Martedì prossimo, su richiesta delle organizzazioni sindacali, è in programma un vertice presso il palazzo territoriale del Governo con il Prefetto, Carlo Sessa. Al tavolo saranno presenti anche i segretari provinciali di Cgil, Vincenzo Petruzziello, Cisl, Mario Melchionna, Uil, Luigi Simeone, e Ugl, Costantinos Vassiliadis. Anna Leone, rappresentante sindacale unitaria della Cgil, lancia l’allarme: “È una situazione preoccupante: ad oggi non riusciamo ancora a ipotizzare quale possa essere il futuro della struttura. Vorremo ulteriori chiarimenti rispetto ai ritardi nei pagamenti: non possono essere giustificati soltanto con la mancanza di risorse economiche”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here