VIDEO/Light on Eliseo: parte il Campo di volontariato internazionale

19 Agosto 2013

Avellino – La battaglia per l’Eliseo supera i confini geografici grazie al Campo di Volontariato Internazionale che si terrà ad Avellino sino al 30 Agosto.
L’iniziativa, “Light on Eliseo”, è stata promossa dal Comitato per l’Eliseo, con il patrocinio del Comune di Avellino e prevede la partecipazione di 8 ragazzi provenienti da nazionalità diverse, Giappone, Russia, America, Inghilterra, Turchia e Francia, che provvederanno a ripulire l’ex Gil per diffondere la cultura del Bene Comune.
“Questi ragazzi sono qui a spendere le loro energie – spiega la coordinatrice del Campo, Irene Capozzi – perché credono nei valori della solidarietà e dell’impegno civico. Si tratta di un sistema di reciprocità che ci unisce in una battaglia comune”. I volontari saranno impegnati già da questo pomeriggio nelle operazioni di pulizia del Piazzale dell’edificio, mentre nei prossimi giorni si occuperanno dell’arredo urbano di Piazza della Partecipazione, vittima ormai da tempo di continui atti vandalici. Realizzeranno, inoltre, un breve spot di comunicazione sociale che sarà presentato nella giornata conclusiva, venerdì 30 agosto, quando è previsto un World Forum dei beni comuni, a cui prenderanno parte associazioni, artisti locali e istituzioni.
Il Campo di volontariato raccoglie il plauso dell’Assessore Nunzio Cignarella che auspica alla riapertura della struttura nei tempi più brevi possibili: “E’ trascorso un quarto di secolo da quando ho iniziato la mia battaglia per l’Ex Gil, c’è una sorta di maledizione in questa città sulle opere pubbliche che non riescono ad arrivare in tempi ragionevoli alla fine. Conto di partire al più presto con un tavolo tecnico per studiare una strategia per sbloccare il contenzioso tra la ditta appaltatrice e il Comune. Intanto questa presenza significativa di giovani provenienti da tutto il mondo, per me significa tornare indietro nel tempo, quando nella nostra provincia si svolgeva una grande stagione cinematografica che richiamava artisti di fama internazionale. L’obiettivo è far rivivere ad Avellino quei tempi, non per nostalgia del passato, ma per aprirci al mondo”.
di Rosa Iandiorio

(di seguito il video)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.