VIDEO-FOTO/ Inferno di fuoco in Irpinia, oltre 20 roghi nelle ultime 12 ore

3 Agosto 2017

Gli oltre 40 gradi dell’anticiclone africano “Lucifero” hanno rappresentato l’ennesimo colpo di mannaia per la provincia irpina sotto il profilo degli incendi.
Le ultime 12 ore sono state infatti particolarmente intense per gli uomini del Genio Civile, dei Vigili del Fuoco e delle Comunità montane della provincia di Avellino, intervenuti ad estinguere gli oltre 20 roghi sviluppatisi in aree boscate e non, di cui alcuni di particolare intensità.

Nel corso della giornata, oltre ai Vigili del Fuoco, sono state allertate ben 19 squadre tra Genio Civile, Comunità Montane ed Sma Campania.

A Montella, inoltre, si è reso necessario anche l’ausilio dei volontari dei Falchi Antincendio.

Ma alle ore 19,00 di quest’oggi, 3 agosto, sono ancora 6 gli incendi in atto.

Particolarmente grave la situazione tra Salza Irpina, Volturara e Sorbo Serpico, che sta ancora impegnando gli uomini del Genio Civile, dei Vigili del Fuoco, della Comunità Montana del Terminio, dei Carabinieri ed un gruppo di volontari, per un totale di 21 uomini ed 8 mezzi, che stanno lavorando incessantemente all’estinzione di un rogo che non cessa di destare grande preoccupazione.

A Pietrastornina, in Contrada Fuorno, dove stanno operando 5 operatori della Comunità Montana del Partenio; a Guardia Lombardi (in Contrada Fossi), con l’intervento di 7 uomini e 2 mezzi della Comunità Montana Alta Irpinia; a Vallata (in località Montalbi) con ben 13 operatori e 4 mezzi dei Vigili del Fuoco e della Comunità Montana Valle Ufita; a Roccabascerana (in via Caraccioli), dove la Comunità Montana del Partenio è intervenuta con 5 uomini; ed ancora a Montella (località Pratola) dove 8 uomini dei VVF e della Comunità Montana del Terminio sono ancora al lavoro.

Anche a Sirignano (in località Spina), stanno ancora intervenendo la SMA di Sperone e la Comunità Montana del Partenio.

Gli altri roghi, che nel corso della giornata sono stati spenti con non poca fatica dagli operatori intervenuti, hanno avuto inizio già dalle prime ore del mattino.
Il primo a Summonte (in località Frutteto), a cui è seguito un evento ravvicinato a Mugnano del Cardinale (in località Morricone) che ha impegnato 7 operatori e 2 mezzi della Comunità Partenio e del Genio Civile.

Ancora a Lapio (in località Vignole), con un incendio di bassa intensità, spento fortunatamente in breve tempo.

A Chiusano San Domenico le fiamme hanno interessato il Monte Tuoro, dove sono intervenute 7 unità del Genio Civile. Una situazione decisamente preoccupante, che ha reso necessario anche l’intervento di un elicottero.

A Conza (in località Sella di Conza), la locale SMA si è vista impegnata per un rogo che ha interessato un terreno incolto.

A San Michele di Serino (in località Nocelleto), medesima situazione hanno fronteggiato 6 uomini dei Vigili del Fuoco.

Un secondo incendio ha poi colpito Roccabascerana in località Squillani, con l’intervento di 4 uomini della Comunità Montana del Partenio.

A Monteverde (in località pozzo Vetere) la Comunità Montana Alta Irpinia si è vista impegnata con un rogo di colture erbacee di particolare intensità.

A Serino (in località Ribottoli) 5 vigili del Fuoco hanno domato un incendio sviluppatosi in un castagneto.

Poca preoccupazione invece a Cassano Irpino, per un piccolo rogo sviluppatosi in località Trofano.

Incessante dunque il lavoro degli operatori dei vari corpi antincendio della provincia, che da ormai 2 mesi sono costantemente impegnati nel contrasto agli incendi sul territorio, operando in situazioni e condizioni a volte particolarmente difficili e rischiose.

A loro, che continueranno ad affrontare l’emergenza fino alla fine della stagione calda, va dunque tutto il ringraziamento della comunità irpina.