VIDEO / “Zona rossa a Baiano? Ma non mi fate ridere”. “Era previsto solo un passaggio del feretro”. Parla Biancardi

20 Aprile 2020

Alpi – “Zona rossa a Baiano? Ma non mi fate ridere…”. Il presidente dell’amministrazione provinciale di Avellino, Domenico Biancardi, in qualità anche di sindaco di Avella, era tra i cinque primi cittadini che, sabato mattina, si trovavano dinanzi la casa di cura “Villa Maria”. Ma, a differenza di ieri – quando in un’intervista al “Mattino” ha ammesso di aver sbagliato – oggi, Biancardi, sembrava meno propenso ad ammettere colpe.

“Siamo andati lì – spiega – perché dovevamo porci sul ciglio della strada, distanziati, con le mascherine per un semplice saluto ad una persona sempre stimata da tutti. Era previsto il semplice passaggio del feretro, l’auto con la salma di Sommese non doveva fermarsi. Il tutto, comunque, non è durato più di cinque minuti”.

“Non mi metterò in quarantena”, dice ancora Biancardi, rispondendo così alla sollecitazione partita dall’opposizione consiliare di Baiano. “La richiesta di zona rossa? C’è solo da ridere, perché in un paese di 6mila abitanti, sabato lì c’erano soltanto i familiari ed alcuni dipendenti della clinica con mascherine”.