VIDEO/ “Scuole innovative” a Montemiletto, l’assessore regionale Fortini: “Bisogna ripartire dall’istruzione”

13 Giugno 2016

Pasquale Manganiello – Nel pomeriggio di oggi, presso il Castello della Leonessa di Montemiletto (Av), si è svolta la terza tappa del tour che il Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ha organizzato in occasione del progetto di portata nazionale “La Buona Scuola”. Il Comune di Montemiletto rappresenta uno dei tre scelti in Campania (su un totale di 52 su tutto il territorio italiano) per ospitare il concorso internazionale di idee per la progettazione e la realizzazione di 52 “Scuole Innovative” attraverso uno stanziamento di 350 milioni di euro, nell’ambito della legge “La Buona Scuola”.

Hanno partecipato al convegno Agostino Frongillo, sindaco del Comune di Montemiletto, Desirèe D’Ovidio, subcommissario prefettizio comune di Casoria, Francesco Cavallone, sindaco del Comune di Sala Consilina, Luisa Franzese direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Lucia Fortini, Assessore Pubblica Istruzione della Regione Campania, Simona Montesarchio, Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e l’innovazione digitale – MIUR, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione del comune di Montemiletto, Giuseppina Meola.

Presenti anche il presidente della Provincia di Avellino Domenico Gambacorta, gli onorevoli del PD Luigi Famiglietti e Valentina Paris, Carlo Iannace, Giulio Belmonte, il consigliere regionale Vincenzo Alaia, Carmine De Blasio, Beniamino Palmieri, Michele Vignola, Antonello Losco.

L’intervento “La Buona Scuola – Edilizia Scolastica” rivolto al Comune di Montemiletto mira a riunire logisticamente e didatticamente l’Istituto Comprensivo di Montemiletto, attualmente frammentato in tre plessi da dismettere, dotandolo di attrezzature e spazi polifunzionali per la scuola e per il territorio. L’articolazione degli ambienti di apprendimento sarà concepita in sintonia con i più recenti indirizzi in materia di edilizia scolastica.

“E’ un progetto importante – dichiara l’assessore regionale Fortini – dobbiamo ripartire dalla scuola. La Regione Campania lo sta facendo con Scuola viva e con 100 milioni da destinare per le aperture pomeridiane di 500 scuole in Campania. Abbiamo investito su un orizzonte triennale per favorire la crescita dei nostri ragazzi.”

Sulla stessa linea il deputato irpino Luigi Famiglietti:

“Montemiletto è uno dei tre comuni campani che ha avuto la possibilità di avere un finanziamento per costruire una scuola all’avanguardia, una scuola digitale. E’ un vero piacere constatare che l’Amministrazione comunale di Montemiletto sia arrivata tra le prime in Campania ed in Italia. Il Miur sta già elaborando proposte concrete con i Comuni che avranno questa possibilità. Voglio ricordare che già  l’anno scorso, col decreto mutui, 19 scuole sono state finanziate in provincia di Avellino.”

Soddisfatto il sindaco di Montemiletto Frongillo:

“Scuole innovative rappresenta un faro nella provincia irpina: si intende cambiare il modo di costruire una scuola e di concepire l’istruzione. La scuola incontrerà finalmente alunni e famiglie.”

L’assessore al Comune di Montemiletto, Giuseppina Meola, evidenzia la portata del progetto:

“Il Comune di Montemiletto è tra i 52 paesi in tutta Italia ad usufruire di questo importante finanziamento, puntando su una scuola che raccoglierà in un unico plesso il nostro istituto comprensivo. Ci sarà innovazione a 360 gradi, una progettazione improntata su sostenibilità ambientale, energetica ed economica. Intendiamo creare una scuola che dialoghi con il territorio, perfettamente calata nel contesto urbano.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.

Latests News

“Si aboliamo la caccia”: raccolte 500mila firme

L’obiettivo delle 500mila firme per il quesito referendario promosso dal

23 Ottobre 2021