VIDEO/ Reti idriche e Piattaforma logistica, sindacati divisi

0
9

Avellino – Reti idriche e Piattaforma logistica, si registra la spaccatura delle parti sociali al Tavolo del Patto per lo Sviluppo. Questa mattina a Palazzo Caracciolo, il numero uno della Cgil irpina Vincenzo Petruzziello ha duramente criticato l’operatività del tavolo definendolo “… inutile e preferiale”. “Siamo sempre in attesa che si ricomponga il puzzle della politica – ha detto Petruzziello – ma non possiamo sottostare ai condizionamenti della politica. Per le reti idriche stamane bisognava portava una ipotesi di grande progetto ma non è stato fatto nulla. Per la Piattaforma abbiamo chiesto di accelerare perchè bisogna stringere con i tempi. Auspico che il tavolo si riappropri di una forte funzionalità”.

A contrastare la posizione della Cgil è Mario Melchionna della Cisl IrpiniaSannio: “Non riconoscere i grandi passi avanti fatti stamane – ha riferito – significa non voler capire di poter dare un risultato all’Irpinia. Sulle reti idriche, già giovedì 4 luglio si riunirà un tavolo con i tecnici che stilerà la bozza di protocollo da sottoscrivere prima dell’estate. Per quanto concerne la piattaforma logistica, l’Asi sta facendo un ottimo lavoro ma ad oggi registriamo la mancanza di fondi ed è chiaro che bisogna ragionare sull’ingresso di capitali privati”.

Presente al tavolo anche Franco D’Ercole, manager dell’Alto Calore Servizi che rispetto alla polemica portata avanti dai sindaci del Pd sulla questione Mose ha spiegato: “Si tratta di mere polemiche strumentali. L’Acs ha fatto transazioni con tutti i Comuni ma con Mose e il Comune di Montemiletto non c’è stato nessun cedimento”.

(di seguito l’intervento di Franco D’Ercole)

(di seguito l’intervista a Petruzziello e Melchionna)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here