Video/ Rapina in banca in via Dante: blitz della Polizia nel Rione Sanità, arrestato uno dei due malviventi

0
140

C.C., le iniziali del giovane classe 1990 che martedì scorso ha fatto irruzione nella filiale della Ubi Banca Popolare di Ancona di via Dante, ha immobilizzato i dipendenti e portato via un bottino di 110mila euro.

Il Dirigente della Squadra Mobile, dr. Marcello Castello, ha illustrato i particolari di un’importante operazione di Polizia riguardante la rapina realizzata nei giorni scorsi all’Ubi banca di via Dante ad Avellino.

“Con un’azione fulminea i malviventi – ha dichiarato Castello – con la minaccia delle armi, avevano chiuso i presenti, personale e clienti, in una stanza e hanno rapinato la cassa per un bottino di 110mila euro. Attraverso la ricostruzione delle telecamere ed un’analisi dettagliata abbiamo individuato i soggetti. Ci ha colpito molto la presenza di un furgone nella zona della sede della banca che si è protratta per molto tempo. Abbiamo identificato in una società di noleggio di Cuneo la provenienza del veicolo, società che ha sedi anche nel napoletano. Acquisita la documentazione abbiamo comparato i dati e siamo risaliti ad uno dei due autori del reato”.

“Individuato il soggetto – continua Castello – come residente nel popoloso quartiere Sanità di Napoli, con il supporto della squadra mobile di Napoli, siamo riusciti a rintracciare la sua abitazione nella quale ci siamo introdotti forzando la porta e superando le resistenze dei parenti. Il malvivente si era nascosto in una botola: abbiamo proceduto all’arresto per sequestro di persona e rapina a mano armata oltre a recuperare un migliaio di euro della refurtiva. Per quanto riguarda il secondo soggetto le indagini sono in corso: abbiamo provveduto all’identificazione ma al momento risulta irreperibile”.

Stiamo cercando di comprendere quanti fossero i rapinatori – conclude – fondamentale sarà capire se c’è una matrice alle spalle e se questa fa parte di una serie di rapine perpetrate periodicamente anche in provincia di Avellino”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here