VIDEO/ Licenziamento di massa all’Ocm di Nusco, Oliviero: “Imprenditore scomparso”

0
4

ocmPasquale Manganiello – Continua il dramma dei lavoratori Ocm, ex Ocevi Sud di Nusco, con 98 lavoratori sul lastrico, licenziati e abbandonati dal proprietario dell’Azienda che, a detta degli operai presenti quest’oggi ad Avellino nei pressi del convegno che ha coinvolto il presidente Anac Raffaele Cantone, “latita” da circa un mese e mezzo. Presenti anche le sigle sindacali che si stanno occupando di questa ennesima vertenza in Irpinia.

“E’ l’ennesimo dramma – dichiara il segretario provinciale dell’ Ugl Metalmeccanici, Antonio Oliviero – siamo qui per attirare l’attenzione sui 98 lavoratori licenziati dalla sera alla mattina presso l’Ocm di Nusco. Lavoratori che stanno presidiando l’azienda lasciata incustodita dal proprietario, il quale è completamente scomparso. Domani avremo un incontro in Prefettura, abbiamo fatto appello a tutte le Istituzioni per accendere la luce su questa situazione difficile”.

“Siamo da due mesi senza stipendio – dichiara un operaio della fabbrica – è un mese e mezzo che l’imprenditore sta sfuggendo a tutti i tavoli di trattativa. Sul lastrico ci sono famiglie monoreddito, cercheremo di portare la vertenza più in alto possibile.”

A giugno dovrebbe entrare in vigore la mobilità per i 98 operai, si cercherà nei prossimi giorni di avere un incontro con la proprietà per capire i margini di una diversa evoluzione della vertenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here