VIDEO/ “L’ho fatto per mia madre”: parla l’uomo che ha minacciato di darsi fuoco al centro vaccinale

0
10

La mamma ha 74 anni ed è un soggetto fragile come lui, che di anni ne ha 51. Entrambi ritengono di avere diritto al vaccino. Così Antonio Iannaccone stamani alle 9 si è presentato al centro vaccinale del Campo Coni di Avellino per far valere le proprie ragioni con una tanica di alcol in mano. Ha minacciato di darsi fuoco generando panico tra operatori sanitari e cittadini.

“Ringrazio i medici del 118, i Carabinieri e la Questura che hanno evitato conseguenze peggiori per me. Il medico si è interessato del caso di mia madre, è da tanto in lista per vaccinarsi. Il medico di base non ha riconosciuto la fragilità mia e di mia madre. Sono venuto con una tanica di alcol, non so se sarei arrivato a portare a termine il gesto, l’ho fatto per mia madre. Sicuramente però non sono un esempio da imitare”.

Articolo precedenteMinaccia di darsi fuoco: tensione al centro vaccinale del Campo Coni
Articolo successivoNext Generation UE, incontro online con la vice ministra Sereni
Giornalista. Ottimo. Leva (calcistica) dell’86. Sono laureato in Scienze Politiche all’Ateneo di Salerno con tesi in Diritto Amministrativo Europeo e un Master di II livello in Economia e Gestione delle Imprese. Ma la mia è una vita dedicata allo sport, più precisamente al calcio. A raccontarlo ho cominciato sin da piccolo e con Irpinianews, il giornale online al quale mi sento più affine, sto diventando grande. Da due anni in forza alla redazione, prima come cronista di calcio minore e successivamente, anche come inviato, a seguire le vicende dell’Avellino Calcio. Il web è il mio mondo, mi piace catturare e offrire notizie in tempo reale. Ho lavorato presso l’ufficio stampa del Comune di Salerno, con l’agenzia di stampa Mediapress, ho preso confidenza con il mondo dei social network e della condivisione di informazioni.