VIDEO / “Il mio cuore batte a destra da sempre: a Napoli per dare voce ai giovani”. Regionali, “un caffè” con Castiglione

17 Agosto 2020

“La mia passione per la politica nasce da lontano, addirittura dalle elementari. Andavo a scuola con la spilletta con su scritto il mio cuore batte a destra”. Si presenta così l’avvocato Alessia Castiglione, candidata alla Regionali con Fratelli d’Italia a sostegno di Stefano Caldoro. Castiglione è stata ospite dell’appuntamento “Un caffé con il candidato”, in onda ogni lunedì e giovedì mattina in diretta sulla pagina Fb di Irpinia News. Con noi, a fare le domande, anche il collega Manuel Merolla di “Avellino Today”.

“La mia candidatura è nata in maniera naturale, sono anche vicecoordinatore regionale di Fratelli d’Italia. Ho questo onore ed onere di rappresentare il partito”. “E’ innegabile – sottolinea – che abbiamo una Campania a due velocità, l’Irpinia subisce uno spopolamento costante. La politica, certa parte di politica, utilizza la provincia di Avellino solo per slogan elettorali, senza mai fare nulla di concreto. Siamo stati abituati male in questi cinque anni, siamo stati abituati ad una politica di sviluppo tesa ad accontentare solo l’amico di questo o quel consigliere regionale vicino a De Luca. Ci sono stati Comuni, invece, che non hanno visto un centesimo, soltanto perché non erano vicini ad una certa parte politica. Cinque anni di clientelismo allo stato puro”.

“E’ arrivato il momento di pensare allo sviluppo dell’Irpinia – aggiunge l’avvocato Castiglione – in maniera uniforme, senza colori politici. Le elezioni passano, l’importante è creare politiche serie di sviluppo duraturo”.

Stefano Caldoro, candidato del centro-destra, “accusato” di un’opposizione morbida, quasi inesistente in questi 5 anni. “Non sono affatto d’accordo: lui, a differenza di De Luca, non ama fare cabaret. L’Irpinia è stata penalizzata perché non abbiamo avuto una voce in consiglio regionale che andava a contrastare il clientelismo”.

“Appena eletta, mi piacerebbe togliere la colla sotto la poltrona di tante persone, troppo attaccate alle sedie. Ma, soprattutto, vorrei dare voce ai tanti giovani che me lo stanno chiedendo”.

Ovviamente questo articolo è un sunto di oltre 20 minuti di intervista che potrete vedere nel video, inserito sia in questo articolo oppure andando sulla pagina facebook di Irpinia Nerws.