VIDEO/ Foti: “Avellino sta uscendo dall’isolamento, prima di noi solo cantieri chiusi”

2 Dicembre 2015

Il sindaco di Avellino, Paolo Foti, è intervenuto stamane alla presentazione del Progetto Integrato per la valorizzazione del Centro Storico, Protocollo di Intesa Comune-Diocesi di Avellino per il “Museo diffuso”.

L’intero percorso è compreso in un teorico cerchio il cui raggio è di 350 metri e si inserisce come progetto all’interno della riqualificazione generale del Centro Storico che comprende l’intervento su Dogana, Victor Hugo, Castello e sui cunicoli longobardi. Il progetto del Museo diffuso concerne in particolare tre chiese, con operazioni di restauro per la chiesa di Monserrato, la cripta del Duomo e la Chiesa della Trinità.

piazza libertà lavori

Il cantiere di Piazza Libertà

“Sono luoghi che le giovani generazioni non conoscono – dichiara Foti – questo protocollo d’intesa inaugura di fatto la nuova agenda 2014-20 e questo è uno dei primi asset sui quali ci stiamo muovendo. Il progetto prevede la riqualificazione dei luoghi intorno alle chiese, un circuito virtuoso che si aggancia al turismo culturale e religioso il cui principale attrattore è il santuario di Montevergine. La nostra idea è di far uscire la città di Avellino dall’isolamento nel quale l’abbiamo trovata.”

RITARDI NEI LAVORI – “Io non ho inaugurato nulla. Per continuità amministrativa sto portando a completamento ciò che ho trovato. Nessuno poteva immaginare che si potessero rispettare i tempi dati dalla vecchia programmazione. Anche Salerno, Caserta ed altre città campane sono nelle stesse identiche condizioni. Gli uffici regionali della Regione Campania, e questo non vuole essere uno sventolio di meriti, hanno riconosciuto che Avellino in termine di rendicontazione e progresso dei lavori avviati è prima in assoluto. Se avessimo avuto a disposizione un mese in più rispetto alla scadenza data, avremmo ricevuto un premio sostanzioso in termine di finanziamenti. Il merito dell’accelerazione è di questa Amministrazione perché abbiamo trovato cantieri chiusi o gravati da liti.”

PIAZZA LIBERTA’ – “Non sono un architetto. Il giudizio sui luoghi è sempre soggettivo e deriva dai gusti personali. Prima questa piazza era una rotatoria, presto sarà realmente un’agorà, un luogo in cui cittadini si

potranno incontrare e guardarsi negli occhi. Non ci si saluta neanche tra vicini di pianerottolo, spero che i cittadini avellinesi possano incontrarsi anche a Piazza Libertà e non solo per il Corso.”

DOGANA – “Abbiamo ripresentato una richiesta formale al Gip perché vorremmo avere via libera per l’esproprio definitivo. Contiamo di avere questo incontro nei prossimi giorni.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.