VIDEO/ Festa incontra i tifosi ed esorta De Cesare: “Se non può allestire la squadra deve dircelo”

0
21

Renato Spiniello – “Sempre al fianco della comunità e dei tifosi, stanno urlando al cielo il lupo è nel cuore e faremo di tutto per salvare la Serie C del calcio e la Serie B della pallacanestro. Non molleremo mai, mi troveranno sempre al loro fianco”. Il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, incontra i tifosi di Us Avellino e Felice Scandone che in corteo hanno sfilato prima a Piazza Garibaldi e poi sotto la sede del Municipio.

Il primo cittadino commenta la notizia dell’ingaggio del direttore sportivo Salvatore Di Somma: “E una bandiera degli anni della Serie A e gli faccio gli auguri – dice – sembra che un primo passo sia stato fatto ma pare che fondi non ce ne siano e allestire una squadra puntando solo alla copertura per competenza degli stipendi, non avendo soldi per pagarli, rappresenta un grosso punto interrogativo e un grosso dubbio sul futuro del calcio. C’è quindi l’auspicio che si muova qualcosa, ma che non si prosegua su questa direzione.

La cessione del club avrebbe consentito a qualsiasi acquirente di poter avere fondi da investire per allestire la squadra” continua il primo cittadino che pare non aver gradito il disinteresse del gruppo Sidigas alle offerte arrivate tramite Pec in questi giorni per acquisire l’Us Avellino.

De Cesare deve partire – dice Festa ai tifosi – ma se non può realizzare una squadra in grado di poter partecipare deve dircelo e deve dire di essere pronto a cedere, perché va bene dire che le offerte non sono congrue, ma questo in presenza della possibilità di poter allestire la squadra, se non ci fosse questa possibilità, di fronte a qualcuno disposto a comprare e a spendere soldi, sarebbe meglio passare la mano per il bene di questa terra”.

Capitolo basket. “Qualcosa comincia a muoversi: ho incontrato i rappresentanti del gruppo Givova che hanno manifestato la volontà di sponsorizzare la Scandone dal punto di vista tecnico e di offrire un contributo economico. Ora mi auguro che la proprietà, dopo l’ingaggio del direttore sportivo nel calcio, definisca anche la dirigenza di basket. Non si può restare fermi, sarebbe paradossale che l’Us Avellino, pur in presenza di offerte d’acquisto della società, si muova e la Scandone resti al palo. Per quanto riguarda la questione Palazzetto dello Sport, la società può chiederne il fitto per le gare interne, è terminata solo la concessione d’uso della struttura”.