VIDEO/ Ecco Tellurica, un “rituale collettivo” che reinterpreta il dramma dell’80

0
833

“Non una commemorazione ma un rituale collettivo che attraverso l’arte vuole mettere in luce una diversa prospettiva di rappresentazione e riflessione sulle implicazioni che un evento traumatico comporta”. Con questo mood e dall’esperienza di Flussi Media Arts, festival di arti digitali che si è tenuto ad Avellino per 8 edizioni dal 2009 al 2016, nasce Tellurica: evento prodotto dall’associazione culturale Magnitudo, in collaborazione con Palazzo di Città, in programma dal 23 al 27 novembre, proprio a ridosso dell’anniversario del terremoto del 1980.

A spiegare l’iniziativa, questa mattina, i promotori Carmine Minichiello e Gianni Papa insieme al sindaco di Avellino Gianluca Festa: “Il tentativo è quello di rielaborare e reinterpretare il drammatico avvenimento dell’80 attraverso l’arte e la sua forza generatrice e liberatoria”. Gli eventi, tutti a ingresso libero fino a esaurimento posti, sono in programma tra il Duomo di Avellino, la Cripta e Casino del Principe.