VIDEO / Conad, si parte con i buoni spesa. Il direttore: “I nuovi poveri aumentano giorno dopo giorno”

6 Aprile 2020

Alfredo Picariello – Scene di difficoltà quotidiana, durante l’emergenza coronavirus, passano sotto gli occhi di tante persone che continuano a lavorare e a svolgere la propria attività. Negli ospedali, in primis. Ma non solo. Chi prima riusciva ad arrivare a fine mese in maniera stentata per problemi economici, oggi non riesce ad andare avanti se non per poche settimane. Ha difficoltà anche a fare la spesa. “Tocchiamo con mano il fatto che si è aggiunta ulteriore povertà a quella che c’era prima”. Nicola Paradiso dirige la Conad ubicata sulla Variante di Avellino. E in questo ultimo periodo, ne sta vedendo davvero tante di situazioni non semplici.

Il suo supermercato è stato tra i primi ad aderire all’iniziativa dei buoni spesa, partita proprio nella giornata di oggi. L’amministrazione comunale del capoluogo irpino, in sostanza, ha pubblicato un avviso per misure urgenti rivolto alle persone che si trovano in stato di bisogno o di disagio economico e quindi privi della possibilità di approvvigionarsi dei beni di prima necessità. Ogni richiedente potrà avere accesso a “buoni spesa”. Gli abilitati alla fornitura di alimenti mediante buoni spesa/voucher, al momento, sono quindici e sono consultabili sul sito del Comune di Avellino.

“Si tratta di una buona iniziativa”, sottolinea Nicola Paradiso. La Conad, a dire il vero, già aveva provveduto a donare beni di prima necessità al Comune e alla Protezione civile. “Chi si è ritrovato povero dall’oggi al domani è in grande difficoltà. Penso ai piccoli commercianti, agli artigiani. Si sono ritrovati poveri. Ed anche i loro dipendenti”.