VIDEO/ Cipriano a Valle, appello alla Sinistra e attacchi a Festa: “E’ un campione di fotocopie”

30 Maggio 2019

Renato Spiniello – “Tappa dopo tappa raccontiamo il nostro programma reale fatto per Avellino e per i suoi cittadini. Oggi siamo a Valle, domani saremo a Borgo Ferrovia e via via ogni giorno, ogni mattina, in un quartiere diverso per raccontare quella parte specifica di programma che abbiamo intenzione di realizzare per quella specifica zona, aprendoci all’ascolto dei cittadini e delle loro istanze”.

Riprende il viaggio in città di Luca Cipriano, candidato sindaco del Centrosinistra, sostenuto dalle liste “Mai Più”, “Avellino Più”, “Partito Democratico” e “Laboratorio Avellino”. Sette tappe in sette giorni, con l’intento di presentare le soluzioni semplici da attuare subito e illustrare i programmi a lungo termine previsti all’interno delle linee programmatiche della coalizione.

A Valle, ad esempio, si riparte dai prefabbricati da sostituire dopo 38 anni, da piazza Carlo Festa, dall’esigenza inserire dissuasori per rallentare il passaggio dei veicoli nei pressi della scuola, dall’impianto di videosorveglianza, dall’illuminazione pubblica nei capetti sportivi, dal borgo storico da rivitalizzare, dal Centro per l’Autismo, l’unico pubblico del Mezzogiorno d’Italia con 40 posti di lavoro da creare, e da aventi culturali estivi, magari con l’aiuto ci cittadini illustri come Franco Festa.

Cipriano risponde anche al suo competitor Gianluca Festa, che ieri aveva annunciato programma, consulenti e assessori esterni. “E’ un campione di fotocopie – attacca l’ex Presidente del teatro – da settimane dico che, oltre che dalla Giunta, sarò affiancato da alcuni consulenti esterni che collaboreranno a titolo gratuito. Solo ieri Festa ha detto le stesse cose anche in merito alla squadra di governo che ufficializzerò, per quanto riguarda gli assessori esterni, nel giorno della chiusura della mia campagna elettorale, che meteo permettendo ho intenzione di fare in piazza”.

Infine l’appello, in vista del ballottaggio, a Dino Preziosi, Ferdinando Picariello e Amalio Santoro: “Possiamo trovare una convergenza alla luce del sole per rilanciare la città. Alla Sinistra, in particolare, rinnovo il mio appello a non sciupare questa grande occasione di rinascita. Possiamo ricostruire un Centrosinistra organico, completo in tutte le sue componenti: dal mondo moderato a quello più radicale rappresentato da Amalio Santoro, Giancarlo Giordano e Nino Sanfilippo. Preciso tuttavia che non faremo apparentamenti formali”.