VIDEO/ Carlo Sibilia difende l’AIR: “De Luca sta per svenderla a Bus Italia”

18 Agosto 2017

Una conferenza stampa per denunciare la pericolosità della potenziale vendita dell’Air Autoservizi irpini alla più grande “Bus Italia” di Salerno, paventata da una delibera regionale dello scorso giugno a firma del governatore Vincenzo De Luca. E’ quella convocata questa mattina dal deputato del Movimento 5 Stelle di Avellino, Carlo Sibilia, che ha voluto porre l’accento sulla questione ergendosi a difesa dei lavoratori.

“Ho convocato la stampa per mostrare il documento che svende l’AIR Autoservizi Irpini senza bando di gara e senza evidenza pubblica” – ha affermato Sibilia – L’Air è un’azienda, partecipata della Regione, che fornisce servizio in provincia di Avellino ed è l’unica che fa utile. Il disegno della Regione Campania ci sembra molto chiaro, con la presumibile volontà di farla sparire, inglobandola in Bus Italia. E’ fuori luogo che venga messo a bando il servizio di TPL tra Avellino e Benevento, dal momento che c’è un’azienda che funziona perfettamente. Non ci sarebbe bisogno di modificare nulla dell’assetto attuale, rischiando di mettere in pericolo un’azienda che già oggi ci fornisce un servizio eccellemte, che può essere solo migliorato. Ci domandiamo se questo sia corretto nei confronti dei lavoratori, che correrebbero anche il rischio di licenziamento”.

Un passaggio del deputato irpino anche sulla metropolitana leggera di Avellino: “Quando, noi del M5S, parliamo di Metropolitana Leggera o della dismissione dell’ospedale vecchio, non vogliamo essere facili profeti o polemizzatori di professione, né vorremmo che queste denunce o informazioni siano dirette contro qualcosa o contro qualcuno. Il nostro unico interesse, è spiegare quanto noi abbiamo a cuore la città di Avellino”.

Presente in conferenza stampa anche Michele Dell’Orco, deputato e membro della Commissione Trasporti del Movimento 5 Stelle, che ha contestualmente presentato un progetto di mobilità sostenibile relativo alle piste ciclabili: “In Regione Campania ci sono 600 mila euro per questi progetti sbloccati dal Movimento 5 Stelle e che non sono ancora stati utilizzati. Il MInistero ha deciso di prorogare la scadenza al 30 settembre, visto che un terzo delle regioni italiane, tra cui la Campania, non hanno presentato alcun progetto. Chiediamo dunque l’interesse di Comuni, associazioni e cittadini, che potranno presentare progetti finanziabili in tal senso”.