VIDEO/ Avellino Calcio – Tesser: “Riscattiamoci. Dopo il derby ho chiesto scusa alla squadra”

0
4

Equilibrio. E’ la chiave di volta che Attilio Tesser stringe tra le mani alla vigilia del debutto casalingo con il Modena. “E’ d’obbligo riscattarci e fare punti per non perdere l’autostima e guardare avanti con serenità – ha esordito il tecnico dell’Avellino – la mia preoccupazione per domani, a prescindere dal valore tecnico del Modena, è il tipo di approccio alla gara. In settimana abbiamo analizzato il derby, ci sono stati errori evidenti ma anche situazioni positive che avremmo potuto concretizzare con maggiore lucidità”.

“Domenica scorsa non c’è stato alcun equilibrio nella partita, sia da parte nostra che da parte della Salernitana – ha rimarcato Tesser – l’equilibrio non lo fanno i nomi ma le distanze tra i reparti. C’era troppa voglia di vincere la partita e quindi le squadre si sono allungate. L’Avellino ha cercato l’eccesso mettendo da parte la razionalità”. L’uscita su Castaldo nel post-partita dell’Arechi (“se avessi avuto Castaldo avrei vinto”) non ha entusiasmato la piazza. “Ho sbagliato – ha ammesso candidamente il trainer di Montebelluna – ho replicato ad una provocazione di un giornalista di Salerno. Dovevo fermarmi all’analisi su Mokulu. Mi sono fatto prendere dalla tensione a caldo e ho chiesto scusa ai calciatori. Non mi piace parlare dei singoli. E’ una cosa che non mi è mai capitata in carriera”.

Verso il Modena con qualche dubbio. “Potrebbero esserci un paio di cambi – ha spiegato – uno dei quali a centrocampo. Ho la possibilità di poter scegliere in questo reparto. Insigne? A Salerno ha giocato 70 minuti straordinari in fase di copertura e in quella propositiva, copre il ruolo di trequartista meglio di tutti. Il trequartista non è solo il rifinitore, ma colui il quale fa da raccordo con il centrocampo. Bastien? Si sta inserendo, gioca bene il pallone ma la lingua lo penalizza e davanti alla difesa c’è bisogno di un elemento che sappia comunicare con i compagni. Mi ha fatto piacere che ieri sia venuto a chiedermi alcune delucidazioni alla fine dell’allenamento”.

Di fronte il Modena di Crespo che ha ben impressionato all’esordio nonostante il ko. “Ha perso ma ha dominato la partita con tanti assenti – ha evidenziato Tesser – Giocano con il 4-3-3 sfruttando le fasce soprattutto con Rubin che spinge molto a sinistra. E’ una squadra rocciosa in difesa e pericolosa in avanti con individualità di spicco. A Crespo rivolgo un grosso in bocca al lupo per la sua carriera, ma a partire da dopodomani” ha scherzato l’ex allenatore di Ternana e Novara.

In chiusura l’appello ai tifosi delusi dalla sconfitta nel derby. “Sono partite che rimangono dentro però chiedo a loro una mano in questo inizio di stagione. In campo daremo tutto per vincere ed essere ciò che loro ci chiedono, cioè lottare su ogni pallone. Il cuore ed il rispetto per la maglia non dovranno mancare mai”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here