VIDEO/ Solerio non sta nella pelle: “Che onore giocare per l’Avellino”

0
12

Dal Partenio-Lombardi – La maglia numero 23 tra le mani, il sorriso fiero e tanta voglia di sorprendere. E’ iniziata così l’avventura biancoverde di Matthias Solerio, esterno sinistro classe ’92 prelevato in prestito con obbligo di riscatto dalla Giana Erminio che ha mollato la presa a malincuore.

“Il presidente non era tanto d’accordo perché la Giana lotta per i playoff e avrebbe voluto tenermi” ha confessato il nuovo laterale mancino dell’Avellino. “E’ stato fatto tutto all’ultimo nonostante l’Avellino fosse venuto a vedermi contro la Cremonese – ha spiegato Solerio sul quale c’era il forte pressing del Verona – un’occasione così però non potevo lasciarmela sfuggire”.

“Sono onorato di far parte di questa società con una tifoseria meravigliosa – ha aggiunto – darò il massimo, siamo in zona playout ma sono sicuro che ne usciremo fuori perché la classifica è corta. Il gruppo mi ha accolto molto bene come il mister che mi ha fatto un’ottima impressione”.

Difensore di spinta capace di giocare sia sull’esterno pure che più centralmente. “Dal campionato di Promozione fino al primo anno di Lega Pro ho giocato da terzino – ha detto Solerio ripercorrendo la sua carriera – all’occorrenza però ho fatto anche il centrale. Negli ultimi due anni il mister ha praticato il 3-4-3 facendomi giocare da centrale sinistro perché voleva che spingessi”.