VIDEO/ Acqua e trasporti, Foti chiede garanzie al Governo

24 Ottobre 2017

Il sindaco di Avellino, Paolo Foti, a margine del Consiglio Comunale a cui ha partecipato anche il Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, si è intrattenuto con i cronisti e ha parlato di vari argomenti di attualità rigettando al mittente le accuse di strumentalizzazione piovute in assise da parte dell’Opposizione.

“Si è parlato di Area Vasta, di 40 comuni, ho posto una questione di carattere complessivo e non ho considerato quest’occasione un giorno di festa. L’opposizione ha sparato a salve per quanto mi riguarda.”

Alto Calore – “Come ho detto in Aula, la situazione è delicatissima, a pochi passi da un baratro. Solo un provvedimento amministrativo eccezionale e un intervento straordinario possono garantire che l’acqua resti un bene pubblico e gestito da un’azienda che ha 60 anni di storia. Se bisogna azzerare si azzeri, occorre fare qualsiasi cosa per evitare che vengano chiamati i comuni a ricapitalizzare. Se dovesse verificarsi una situazione irreversibile, porterà con sè almeno 50 comuni verso il dissesto. Io non ho paura del lupo, cioè i privati, ma per me l’acqua deve rimanere un bene pubblico e primario. Bisogna trovare le condizioni, sindaci e classe parlamentare devono impegnarsi in questo senso”.

Trasporti – “Ho battuto molto con Delrio per uno sforzo in più, per sollecitare il suo impegno per la città di Avellino ed affinché la Regione Campania, di concerto con Ferrovie dello Stato, dia l’avvio definitivo alla ferrovia turistica che stimolerebbe al contorno l’industria, il terziario, l’agroalimentare. Questa tratta dovrebbe partire da Avellino verso Rocchetta e non viceversa.”

Bandi edilizia – “Per gennaio saremo in fase di valutazione. Privati? Bisogna entrare nella situazione adatta. Speriamo che ci sia il contesto.”