VIDEO / “Al servizio della collettività che vuol crescere nel solco della legalità”: il primo giorno del nuovo Prefetto di Avellino

25 Novembre 2019

Alfredo Picariello – Sono legalità e collaborazione, in particolar modo con le categorie produttive “sane”, le parole maggiormente usate dal nuovo Prefetto di Avellino. Ovviamente, il primo giorno di Paola Spena è frenetico. Incontri istituzionali, saluti. La giornata inizia abbastanza presto, intorno alle 10 a Palazzo di Governo salgono i vertici delle forze dell’ordine. Da Corso Vittorio Emanuele, a Palazzo di Città. Il Prefetto incontra il sindaco Gianluca Festa. “Abbiamo parlato – dice – in particolar modo del protocollo di sicurezza urbana. E’ un protocollo ampio, vasto, che necessiterà di un buon gioco di squadra”.

Il suo primo giorno ad Avellino coincide con la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Verso le 11.30, il Prefetto arriva al Corso, per un saluto ai partecipanti alla manifestazione “Questo non è amore” della Questura di Avellino. Strette di mano, conoscenze, sorrisi, uno scambio di battute con i ragazzi delle scuole e poi, di nuovo in moto. Questa volta a piedi, dai portici della Banca d’Italia a Palazzo di Governo accompagnata dal Questore Botte. In Prefettura l’attende la conferenza stampa e lei non si sottrae a nulla. Sorridente e carica di vitalità, apre subito le porte della sua nuova stanza ai giornalisti. A fare gli onori di casa, con lei, le dottoresse Fico e D’Agostino.

La recente operazione contro il clan Partenio 2.0 e la criminaltà organizzata in Irpinia tengono ovviamente banco. “Il nostro obiettivo sarà ovviamente sempre lo stesso, quello di contrastare la criminalità con tutti i mezzi a nostra disposizione”, afferma Spena. “Ovviamente, però, ci prefiggiamo anche di tutelare l’economia sana di questa provincia, le amministrazioni sane. Sicuramente avremo al più presto un incontro con loro e mi auguro che nasca un confronto continuo ed un’ampia collaborazione. Noi siamo al servizio della collettività che cresce e che vuol crescere nel solco delle legalità”.

Rispondendo ad un’altra domanda sempre sul tema legalità, il Prefetto sottolinea, ancora una volta, il suo auspicio principale, quello della collaborazione con le parti sane della provincia. “Mi auguro che le forze produttive facciano uno sforzo per espellere chi non cammina nel campo della legalità”.