VIDEO/ Acs, l’assemblea ratifica la fusione con la Patrimonio

0
2

Avellino – Passa col favore unanime dei soci-sindaci (tranne che per l’astensione del primo cittadino di Montella Ferruccio Capone) il progetto di fusione per incorporazione dell’Alto Calore Patrimonio in Alto Calore Servizi. Dopo il passaggio nel Consiglio d’Amministrazione e in Commissione di Controllo Analaogo, anche l’assemblea dei soci dell’Ente di Corso Europa ad Avellino ha dato il via libera all’operazione la cui firma definitiva però avverrà soltanto tra due mesi (tempo utile per l’accoglimento di eventuali reclami).
Propedeutico è stato il passaggio che ha formalizzato il ritorno del Comune di Montemiletto in Acs, così da permettere alle due compagini (Acs e Acp) di avere lo stesso equilibrio a livello di quote societarie e quindi di usufruire della procedura di tipo semplificato per ovviare alla ‘riunione’ delle due società (nella fattispecie, lo stesso Comune di Montemiletto ha provveduto ieri a versare nelle case di Acs il 25% della quota di reingresso, pari a circa 119mila euro). Al termine dell’assemblea (che ha visto presenti il 67% delle quote societarie) soddisfazione unanime è stata espressa dal presidente dell’Acs Lello De Stefano e da Francesco Gallo, liquidatore di Acp e già responsabile finanziario di Acs.

(di seguito la video intervista a Lello De Stefano)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here