Vicini accoltellati a Cervinara, l’aggressore resta in carcere

Vicini accoltellati a Cervinara, l’aggressore resta in carcere

25 Agosto 2020

Si è tenuta questa mattina nella Casa Circondariale di Avellino la convalida dell’arresto di Angelo Di Donna, 49enne di Cervinara, accusato di tentato omicidio ai danni del vicino di casa nonché del ferimento dei suoi due figli intervenuti a difesa del padre.

L’indagato, assistito dal suo difensore di fiducia, l’avvocato Rolando Iorio, ha risposto a tutte le domande postegli dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino, Dott. Fabrizio Ciccone, chiarendo particolari della tragica vicenda avvenuta a Cervinara nel primo pomeriggio di domenica scorsa.

Di Donna, in particolare, ha dichiarato di essersi difeso dall’aggressione perpetrata ai suoi danni dai componenti della famiglia confinante, che lo avevano affrontato nei pressi del suo garage muniti di pale e mazze. Il tutto sarebbe nato da un richiamo fatto a Di Donna per alcuni rumori che provenivano dalla sua abitazione.

L’avvocato Iorio ha chiesto per il suo assistito la sostituzione della misura cautelare in corso con quella degli arresti domiciliari. Nello scorso mese di maggio il fratello dell’indagato, Mario Di Donna, era stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione di Cervinara per aver accoltellato un suo vicino di casa.