Vertenza Novolegno, la nota di Roberto Montefusco

Vertenza Novolegno, la nota di Roberto Montefusco

1 Marzo 2020
La richiesta dei lavoratori della Novolegno e dei Sindacati al Ministro dello Sviluppo economico Patuanelli di attivare il Tavolo di confronto presso il Mise deve avere accoglimento nel tempi più rapidi possibili.
Gli obiettivi non possono che essere quelli della salvaguardia dei posti di lavoro e dello stabilimento, nel quadro di una riconversione industriale ecosostenibile e della bonifica ambientale dell’intera area, come chiedono le associazioni ambientaliste.
Occorre evitare in ogni modo l’attivazione dei licenziamenti e garantire gli ammortizzatori sociali fino alla risoluzione della crisi. Non è accettabile che il ricatto del gruppo Fantoni ricada ancora sulle spalle dei lavoratori, la cui mobilitazione, unitamente a quella dei sindacati, che dura da settimane, sta consentendo di tenere alta l’attenzione su una vicenda che ha un impatto sull’intera provincia di Avellino.
Così come non è tollerabile il tentativo di svuotare lo stabilimento dei macchinari necessari per la produzione, circostanza denunciata più volte in questi giorni. Il Tavolo promosso dal Mise dovrà immediatamente fare chiarezza sulle intenzioni di tutti, e permettere al Governo di procedere verso le soluzioni idonee ad assicurare un futuro ai lavoratori e allo stabilimento.