Verso le regionali – L’indagine nei confronti del Governatore De Luca: “Il mio staff costa 84mila euro in meno rispetto a quello di Caldoro”

Verso le regionali – L’indagine nei confronti del Governatore De Luca: “Il mio staff costa 84mila euro in meno rispetto a quello di Caldoro”

7 Settembre 2020

Michele De Leo – La notizia – pubblicata dal quotidiano La Repubblica – in merito ad una indagine, da parte della Procura di Napoli, nei confronti del Governatore Vincenzo De Luca – ricandidato alla guida della Regione a capo della coalizione di centrosinistra – ha mandato su tutte le furie l’ex sindaco di Salerno. Il Presidente ha risposto – attraverso la sua pagina Facebook – alla notizia dell’indagine per i reati di abuso di ufficio e truffa. De Luca sarebbe indagato per presunte agevolazioni e favoritismi nei confronti di quattro vigili urbani del comune di Salerno che sarebbero stati trasferiti presso l’ente di palazzo Santa Lucia e promossi membri dello staff segreteria del Governatore. Il Presidente della Campania evidenzia il tentativo di destabilizzare la campagna elettorale della coalizione di centrosinistra attraverso la pubblicazione di una notizia risalente a tre anni addietro. “Si apprende – evidenzia – della tempestiva scoperta che, da tre anni, è aperta un’indagine sull’organizzazione dell’Ufficio di segreteria del Presidente della Regione Campania. L’indagine, dovuta, è partita da un esposto di un ex assessore regionale (ex Forza Italia, ora leghista) che mentre era assessore si faceva dare incarichi per centinaia di migliaia di euro dall’azienda regionale dei trasporti Eav. L’indagine triennale verte su questo interrogativo: gli autisti che a turno accompagnano il Presidente della Regione, erano solo autisti o facevano anche lavoro di segreteria? Nel frattempo si comunica che l’organizzazione dell’Ufficio di segreteria della Presidenza attuale, rispetto a quella precedente, ha comportato un risparmio di 84mila euro l’anno”.