Verso le regionali – Il Partito Democratico sfoglia la margherita e blocca gli alleati

Verso le regionali – Il Partito Democratico sfoglia la margherita e blocca gli alleati

12 Agosto 2020

Michele De Leo – Un’intera coalizione in attesa dei pronunciamenti del Partito Democratico. La decisione della direzione regionale dei democrat – di dare mandato al segretario regionale Leo Annunziata, in collaborazione con il commissario irpino Aldo Cennamo, che non ha partecipato ai lavori, di scegliere tra Michelangelo Ciarcia e Livio Petitto – blocca il percorso di completamento delle liste a supporto del Governatore uscente Vincenzo De Luca. L’escluso dallo schieramento di partito potrebbe trovare spazio in una delle civiche “De Luca Presidente” o “Campania Libera”. Nella prima, con il consigliere uscente Carlo Iannace dovrebbero trovare spazio la consigliera comunale di Solofra Eliana Visone, l’avvocato arianese Irene Masciola ed il consigliere comunale di Montoro Antonello Cerrato. Quest’ultimo dovrebbe essere dirottato dalla compagine “Campania Libera”, al fine di evitare la sovrapposizione di due candidati dello stesso territorio dopo l’approdo in “Campania Libera” dell’ex presidente di Confindustria Sabino Basso. Ciarcia o Petitto, dunque, dovrebbero trovare spazio nello stesso schieramento dell’ex numero uno degli industriali: una prospettiva che non consente di dormire sonni tranquilli. Si darebbe spazio, infatti, ad una lotta intestina per la possibile presenza nel parlamentino di palazzo Santa Lucia. Per questo, non sarebbe da escludere una candidatura in un’altra lista, come Centro Democratico, che non ha ancora chiuso il cerchio. Difficile, però, che un’ipotesi del genere favorisca un ripescaggio del sindaco di Teora Stefano Farina, il quale resta ancora componente della segreteria provinciale del Partito democratico. Il primo cittadino altirpino potrebbe, invece, trovare spazio nella lista di “Italia Viva”, ancora alla ricerca del secondo nome maschile da affiancare al consigliere uscente Vincenzo Alaia, ma anche nello schieramento “Democratici e progressisti” con Francesco Todisco. Non sarebbe da escludere, nel caso in cui l’escluso dei democrat tra Ciarcia o Petitto opti per “Campania Libera”, che Farina possa trovare spazio anche in Centro democratico. Il valzer delle candidature è appena cominciato. I prossimi dieci giorni – fino al termine ultimo di sabato 22 luglio – si preannunciano roventi e ricchi di sorprese.