Verso le regionali – Il centrosinistra alle prese con i nodi del Partito Democratico

Verso le regionali – Il centrosinistra alle prese con i nodi del Partito Democratico

23 Luglio 2020

Michele De Leo – Poco meno di ottanta candidati per quattro poltrone nel consiglio regionale. La corsa dei candidati irpini verso il parlamentino di palazzo Santa Lucia ha già preso il via anche se in tanti sperano di essere inseriti – seppur in extrimis – nella lista dei partenti. Non è un caso se, fino a questo momento, solo il Movimento Cinque Stelle ha definito le candidature con Maura Sarno, Carmen Bochicchio, Vincenzo Ciampi e Generoso Testa. Tra le liste a sostegno di Vincenzo De Luca, si attendono le mosse del Partito Democratico per arrivare alla quadratura del cerchio. I democrat – e il commissario Aldo Cennamo nello specifico – sono costretti ad escludere un potenziale candidato tra Maurizio Petracca – consigliere regionale uscente che ha aderito al Pd nel corso del mandato – Livio Petitto – ex presidente del consiglio comunale di Avellino, vicino al deputato sannita Umberto Del Basso de Caro – e Michelangelo Ciarcia, ex sindaco di Venticano e amministratore unico di Alto Calore servizi, la cui candidatura è stata sollecitata da Area Dem. L’escluso potrebbe trovare spazio in una delle liste civiche a sostegno del candidato Governatore ma questo non rappresenterebbe un automatismo. I tempi lunghi del Partito democratico, però, mal si coniugano con la frenesia di questa fase: le altre liste puntano, infatti, a chiudere il capitolo candidature in tempi rapidi e potrebbero non voler aspettare i vertici del partito di via Tagliamento che continuano a sfogliare la margherita. La lista De Luca Presidente prevede già la presenza dell’uscente Carlo Iannace. L’altro nome maschile in lista potrebbe andare appannaggio del sindaco di Teora Stefano Farina – componente della segreteria regionale del Pd ed ex responsabile Enti locali di via Tagliamento – o del suo collega di Pietradefusi Giulio Belmonte, ex Presidente dell’Asi che fa riferimento all’associazione Dialogo 2020 Con Te di Gerardo Capozza. Le candidature femminili dovrebbero, invece, essere appannaggio di Eliana Visone, consigliera di Solofra e di un’amministratrice dell’arianese. Nelle fila di Campania libera potrebbero trovare spazio, invece, Antonello Cerrato di Montoro e l’ex sindaco di Aiello del Sabato Antonio Felice Caputo. Il primo cittadino di Lauro Antonio Bossone, invece, dovrebbe essere candidato per Campania Popolare. I rappresentanti di Articolo Uno dovrebbero presentare la lista Democratici e Progressisti con la quale sarà candidato il delegato alle aree interne del Governatore De Luca, Francesco Todisco. Scontate la candidature del consigliere uscente Vincenzo Alaia e della coordinatrice provinciale Stefania Siano, la compagine renziana di Italia Viva è al lavoro per chiudere lo schieramento in tempi rapidi. Giochi ancora aperti pure nella compagine de I Popolari di Ciriaco De Mita – l’unica certezza è rappresentata dall’ex manager del Moscati Pino Rosato – e Centro Democratico, il cui rappresentante provinciale Giuseppe Solimine, pure fortemente tentato, non sarebbe orientato ad accettare la candidatura.