Verso le regionali – Il centrodestra torna su Caldoro. A rischio l’unità della coalizione

Verso le regionali – Il centrodestra torna su Caldoro. A rischio l’unità della coalizione

22 Giugno 2020

Michele De Leo – Settimane di ammuina, veti, polemiche, minacce di fratture interne per tornare al punto di partenza. Il centrodestra avrebbe trovato la quadra sul candidato alla carica di Presidente della Regione e – come in ogni gioco dell’oca che si rispetti – è tornato alla casella iniziale. Secondo Il Mattino, infatti, Berlusconi, Salvini e Meloni avrebbero trovato l’intesa sul nome di Stefano Caldoro, pronto alla terza sfida in dieci anni contro Vincenzo De Luca. Dopo la vittoria del 2010 e la sconfitta alla successiva tornata per la guida della Regione Campania, Caldoro è pronto alla bella contro l’ex sindaco di Salerno. Il vincente siederà sullo scranno più alto di palazzo Santa Lucia. Assai improbabile che la candidata del Movimento Cinque Stelle, Valeria Ciarambino possa avvicinarsi – in termini percentuali – agli avversari designati dalle coalizioni di centrodestra e centrosinistra. La popolarità, le simpatie ed i consensi recuperati durante le settimane di gestione emergenziale assicurano al Governatore uscente i favori del pronostico. Caldoro dovrà provare a recuperare quei voti che, nei primi mesi dell’anno, lo facevano essere in netto vantaggio nei sondaggi elettorali. Prima, però, dovrà ricucire gli strappi interni alla coalizione di centrodestra, in primis con Mara Carfagna che, ancora negli ultimi giorni, aveva confermato l’auspicio di arrivare alle elezioni con un candidato diverso dall’ex Governatore.