Verso le Regionali – Il centrodestra sempre più diviso nella corsa al massimo scranno di Palazzo Santa Lucia

Verso le Regionali – Il centrodestra sempre più diviso nella corsa al massimo scranno di Palazzo Santa Lucia

10 Maggio 2020

Michele De Leo – L’avvio della fase due – con l’attenuarsi della situazione emergenziale – ha riacceso discussioni e polemiche politiche in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca sembra aver guadagnato consensi nell’opinione pubblica per le modalità di gestione della fase uno. Nonostante gli attacchi – per la verità abbastanza scialbi e deboli – operati dagli avversari, l’ex sindaco di Salerno è stato apprezzato per il piglio autoritario. La decisione, poi, di mettere in campo incentivi per imprese, professionisti e famiglie ha fatto il resto. A oltre due mesi dall’avvio del lockdown, infatti, ha fatto molto più la Regione Campania che il Governo, rimasto ancorato ai primi incentivi che, peraltro, non sono stati assicurati nemmeno a tutta la platea degli aventi diritto. I passi in avanti del Governatore hanno causato non poche tensioni nelle fila del centrodestra, che paga dazio a divisioni interne sempre più accentuate. Non è un caso se, negli ultimi giorni, gli esponenti del Carroccio siano tornati a mettere in discussione la candidatura di Stefano Caldoro al massimo scranno di palazzo Santa Lucia. Comportamenti che, in qualche modo, sono stati provocati dallo stesso De Luca il quale – negli ultimi giorni – è tornato ad attaccare il leader della Lega Matteo Salvini. Chi si aspettava, però, una levata di scudi in difesa della leadership dell’ex presidente della Regione, però, è rimasto deluso. Segno evidente che Forza Italia è tutt’altro che compatta – del resto, nelle passate settimane, sono state registrate molte voci di dissenso – rispetto alla decisione di schierare Caldoro nella battaglia contro il Governatore uscente. Gli unici a scendere in campo per contrastare il coro di dissenso proveniente dagli uomini del Carroccio sono il deputato Antonio Petangelo – coordinatore di Forza Italia per la provincia di Napoli – e il coordinatore regionale del partito Domenico De Siano che, peraltro, mostra approvazione per l’attività di Caldoro e degli altri consiglieri regionali di centrodestra ma glissa sull’argomento elezioni. “Dobbiamo essere concentrati – dice attraverso una nota – sul proteggere i nostri cittadini dalla crisi sanitaria e da quella economica determinate dal coronavirus: è quello che come centrodestra campano abbiamo fatto e su questo un plauso va ai nostri consiglieri regionali che, guidati da Stefano Caldoro, già due mesi fa hanno presentato un pacchetto di proposte coraggiose e concrete e che quotidianamente hanno dato il proprio contributo costruttivo e puntuale”.