Verso la Fase Due, De Luca:”Regionali?Ideale votare a fine Luglio. Da lunedì lente aperture, ma occorrerà rigore e senso di responsabilità”

Verso la Fase Due, De Luca:”Regionali?Ideale votare a fine Luglio. Da lunedì lente aperture, ma occorrerà rigore e senso di responsabilità”

24 Aprile 2020

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, attraverso la consueta diretta Facebook settimanale, ha ribadito il concetto di riapertura nazionale.

“Ho detto che bisogna convivere con il virus – ha spiegato De Luca – ma se in una regione si hanno 1000 contagi al giorno non si parla di convivere ma di combattere. Qui in Campania abbiamo reagito bene e ciò, per citare il Cotugno di Napoli, è stato grazie alle nostre eccellenze e al rigore dei cittadini”.

Successivamente De Luca ha parlato della possibile data delle elezioni regionali.“La data per le elezioni regionali è stata rinviata a causa dell’emergenza coronavirus. Abbiamo fatto queste valutazioni cercando di considerare i vantaggi e svantaggi. La premessa di fondo è che la data va fissata insieme al Ministero della Salute. Se non ci sono condizioni di sicurezza non si va a votare.

“Se si va votare a fine Luglio non dovremmo avere problemi qui al Sud – continua – io credo che bisognerebbe prendere una decisione a fine Maggio insieme al Ministero della Salute. Credo che l’ultima settimana di Luglio potrebbe essere un periodo giusto. Si dice di andare a votare a Settembre ma siccome apriranno le scuole ciò è impossibile, o al massimo si dovrebbe votare prima del 15 e poi sanificare e bonificare gli istituti “.

“Tutti i virologi ci hanno anticipato che in Autunno potremmo avere una seconda ondata di Coronavirus – ha spiegato il Governatore – perciò non possiamo affrontare influenza, covid 19 e anno scolastico, sarebbe una cosa difficilmente gestibile”.

Il governatore ha poi parlato di come la Campania si sta preparando alla Fase Due. “Fase due per la Campania significa riaprire le altre attività sanitarie nei nostri ospedali. Grazie all’apertura di reparti dedicati al Covid e senza avere, fortunatamente, ingolfamento nelle terapie intensive abbiamo la situazione sotto controllo e saremo pronti per un’eventuale ritorno in Autunno del virus”.

“Il secondo obiettivo – continua – è fare un lavoro mirato su altri potenziali focolai come le strutture per anziani. Ci stiamo preparando per un’azione di screening a tappeto per avere una accertamento completo per tali strutture con tamponi ripetuti ogni settimana. Successivamente, tamponi ai familiari e in seguito ad ogni operatori sanitari, e tutto questo inizieremo a farlo da lunedì”.

“ Il giorno 29 – spiega – l’istituto superiore di Sanità si esprimerà su test precisi che poi verranno fatti. Un’azione che permetterà di prevenire il contagio ed avere maggiore precisione nell’individuare il contagio. Inoltre, abbiamo investito un’ingente somma di denaro per donare un kit di due mascherine lavabili che verranno consegnate ad ogni nucleo familiare. Dopo la distribuzione cercheremo di produrne altre e venderle nelle farmacie a prezzo di costo”.

“Ridurremo l’attività ambulatoriale negli ospedali ed istituiremo la Rete della Medicina territoriale d’intesa con i medici di Medicina Generale. Domani ci sarà un incontro con le rappresentanze sindacali per dare un contributo aggiuntivo a chi è stato in prima linea nella battaglia al Coronavirus. In alcune regioni ciò è stato sospeso, in Campania i sanitari lo avranno!”.

“Al di là dello sciacallaggio – esclama De Luca – abbiamo gestito il contagio in maniera eccellente. I comuni messi in quarantena sono usciti dalle zone rosse e i positivi al Covid negli ultimi giorni sono molto bassi rispetto ai tamponi effettuati. Dal 12 Aprile ad oggi la situazione è regolarizzata e, seguendo il parere degli epidemiologici, possiamo permetterci di allentare un po’ le pressioni ma con rigore e tutela rispetto al pericolo del contagio. Sarà obbligatorio circolare con la mascherina e le attività verranno riaperte gradualmente rispettando i protocolli di sicurezza. Da lunedì riaprono le librerie, attività di manutenzione per alberghi e stabilimenti balneari e per quanto riguarda i bar e pasticcerie solo la mattina con vendita d’asporto. Ristoranti e pizzerie, sempre d’asporto, invece apriranno la sera”.

De Luca ha parlato anche dei contributi per i liberi professionisti, per portare le pensioni a 1000 euro e del bonus dei 2000 euro. “Ci stiamo impegnando a fondo – dice – ma purtroppo l’Italia è questa. Burocrazia che ci fa arrivare al 3000! Da domani comunque partiranno i primi pagamenti, sul sito della Regione Campania, ci sono tutti i dettagli per poter generare e inviare la domanda”.

“Subito dopo il 3-4 Maggio – conclude De Luca – avremo incontri con il comparto per il turismo in Campania, per il mondo dello Sport, con il comparto della Cultura e il mondo dei Trasporti. Manterremo il servizio del Freccia Rossa da Milano al Cilento anche se il turismo sarà sicuramente precario. Mi auguro che le aperture dei locali nella fase due non comportino assembramenti e affollamenti. Cercheremo di controllare che non ci siano leggerezze e atti di irresponsabilità”.