VD/Bilotta: “UdC rifletta, ma al Comune continuiamo nostro percorso”

0
3

Avellino – Il presidente Alberto Bilotta ha riunito la terza commissione del Comune di Avellino per ascoltare l’informativa dell’assessore Angelina Spagnuolo sul riconoscimento dei debiti fuori bilancio in seguito alla richiesta di chiarimenti da parte della Corte dei Conti.
“La relazione sui rendiconti della Sezione Regionale di Controllo aveva riscontrato un disallineamento di debiti – spiega Bilotta – Il debito 2011-2012 era meno consistente di quello che è stato rilevato e quindi si è passati da 8 a 13 milioni e mezzo di debiti”.
Questa mattina, però, Spagnuolo ha voluto rassicurare circa la capacità di indebitamento dell’Ente. “L’assessore – continua Bilotta – ha dichiarato in commissione che il Comune ha le spalle coperte, perché oltre ad aver avviato tutte le azioni necessarie per il recupero crediti, può anche vantare una capacità di indebitamento di circa 20 milioni con la cassa deposito e prestiti”.
Ipotesi questa che il consigliere d’opposizione vuole assolutamente evitare: “Si andrebbero solo ad aumentare i debiti – chiosa – La situazione del Comune è già complicata e deficitaria e oltre a leve meramente contabili – come il contenimento della spesa, il recupero dei crediti, l’evasione – bisognerebbe porre in essere azione sinergiche tra tutti i comparti: Bilancio, Patrimonio e Fondi Europei. Purtroppo sui Fondi Europei l’amministrazione ha già dimostrato la sua incapacità a recepirli”.
Intanto il gruppo dell’Unione di Centro in consiglio comunale si assottiglia, dopo Mafalda Galluccio che ha preferito passare tra i banchi di maggioranza con Arturo Iannaccone, esce di scena anche l’ex capogruppo Enza Ambrosone. “Mi dispiace per la sua scelta – commenta Bilotta – per me è stata un punto di riferimento in questa mia prima esperienza politica. L’Udc però guarda avanti nel rispetto del suo elettorato”. E dopo le fughe di Dino Preziosi, Pietro Foglia, Mafalda Galuccio e in ultimo Enza Ambrosone il partito di Ciriaco De Mita apre una fase di riflessione; questo pomeriggio tutti a rapporto sulla sede provinciale. “Non c’è dubbio che una riflessione vada fatta per cercare di continuare quanto iniziato dopo le elezioni – conclude il consigliere – Per me è indispensabile che all’interno di un gruppo si guardi alle posizioni di tutti e non si prendano decisioni isolate”. (di R.Iandiorio)

Di seguito la video intervista a Bilotta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here