Vaccini, l’affondo del premier Draghi: “Con che coscienza c’è chi salta la fila?”

Vaccini, l’affondo del premier Draghi: “Con che coscienza c’è chi salta la fila?”

8 Aprile 2021

“Smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni: i giovani, i ragazzi, psicologi di 35 anni”. E’ il durissimo affondo del presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, che questo pomeriggio ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

“Con che coscienza un giovane salta la lista e si fa vaccinare lasciando esposte al rischio persone che hanno più 75 anni e un rischio concreto di morte – aggiunge il premier -. Il rischio di decesso per Covid-19 è massimo per coloro che hanno più di 75 anni, quindi bisogna vaccinare prioritariamente i più anziani.

La disponibilità di vaccini non è calata e non ho dubbi sul fatto che gli obiettivi vengano raggiunti. La disponibilità di vaccini che abbiamo ad aprile ci permette di vaccinare tutti gli over 80 e gran parte di coloro che hanno più di 75 anni, in tutte le regioni” chiosa Mario Draghi.