Vaccinazioni, Manganaro: “Grati al commissario Figliuolo per aver esaminato il progetto Volturara”

0
15

“Il progetto di vaccinazione di comunità realizzato e proposto dal Comune di Volturara e sposato da altre realtà come Aiello del Sabato, ha trovato la condivisione non solo del Presidente della Commissione regionale Sanità, Enzo Alaia, ma anche del Commissario nazionale all’emergenza, Generale Figliuolo. Nel ringraziare il Generale per aver trovato il tempo di valutarlo e di esprimere il suo apprezzamento, ci permettiamo di suggerire all’Asl di Avellino di utilizzare le strutture che i comuni hanno allestito con non pochi sacrifici per ospitare più open day al fine di accelerare la campagna di vaccinazione.”

Lo afferma Nadia Manganaro, Sindaca di Volturara Irpina.

“A due mesi dalla formulazione della nostra proposta – aggiunge Manganaro – abbiamo preso atto con soddisfazione della condivisione venuta da altri comuni, dalla Commissione Sanità e ora dal Commissariato nazionale per l’emergenza. Singolare, però, che l’Azienda Sanitaria Locale non abbia ritenuto nemmeno di prenderla in considerazione e di dare un riscontro alle comunità che, nel frattempo, hanno investito risorse per attrezzare le sedi e reperire il personale necessario al suo funzionamento”.

“Eppure – osserva la prima cittadina – il progetto prevede che l’Asl debba solo fornire i vaccini e adoperarsi per un’attività di supervisione sulla somministrazione: strutture, attrezzature, personale medico e infermieristico sono, infatti, messi a disposizione dai comuni senza alcun aggravio per l’Asl e cittadini”.

“Alla luce dei dati sulla vaccinazione e delle categorie alle quali è stato fin qui somministrato il siero, riteniamo che le strutture attrezzate dai comuni possano ospitare quegli open day già promossi e realizzati in tutte le province campane tranne che in Irpinia. Le vaccinazioni dovrebbero essere aperte a tutti gli irpini, quindi non per forza residenti nei comuni dove hanno sede i punti vaccinali. Significherebbe dare un contributo notevole alla campagna vaccinale coinvolgendo le comunità e le amministrazioni locali che hanno piena consapevolezza del territorio e delle sue specificità”, chiude Manganaro.