Unpli Campania, il neo presidente Lucido: “Pro Loco è identità, cultura e territorio”

Unpli Campania, il neo presidente Lucido: “Pro Loco è identità, cultura e territorio”

3 Agosto 2020

Sono 297 le Pro Loco accorse a Benevento da ogni angolo della
Campania, dalle coste del Cilento, dall’entroterra vesuviano, dal Matese, per
eleggere i nuovi organi amministrativi del comitato regionale UNPLI. Una chiamata
alle urne a lungo attesa dalle oltre 400 Pro Loco campane inscritte all’Unione
Nazionale Pro Loco d’Italia e che chiude il periodo di commissariamento
straordinario cominciato nel 2018. Un periodo di riflessione e rinascita il cui esito è
stato precorso, nelle settimane precedenti, dal ricambio dei cinque comitati
provinciali campani e dalla scelta per la carica di presidente regionale del candidato
unico, Tony Lucido. Lucido, presidente della Pro Loco Alta Irpinia Sant’Angelo dei
Lombardi, vanta una lunga esperienza in ambito Pro Loco e con entusiasmo ha
accolto la carica regionale: “Oggi su la testa, mondo delle Pro Loco! Con orgoglio,
con forza, ribadiamo che noi ci siamo. Che abbiamo sempre vissuto di impegno, di
speranza, di sogni. Il mondo delle pro loco produce valore, sì, e produce anche
identità, cultura, territorio. Noi siamo chiamati a vigilare, a testimoniare, ad essere
custodi del creato. Questa è la nostra storia, questo è il nostro impegno: riparta così
la nuova stagione delle Pro Loco. Le Pro Loco restano”.
Comincia un nuovo corso, accolto con gioia da tutti, a cominciare dal Presidente
dell’UNPLI Antonino La Spina: “Oggi è una giornata bellissima perché vede
tantissime persone impegnate a far rinascere l’Unpli Campania, ci sono molte
persone candidate, c’è voglia di fare, c’è tanta gente che crede nelle Pro Loco e
nell’UNPLI” ha detto La Spina “la Regione Campania rappresenta sicuramente la
capitale del sud, con oltre 400 pro loco deve rappresentare il pilastro dell’Italia
meridionale. Noi non lavoriamo per conto proprio, le pro loco lavorano per le
istituzioni, nell’interesse delle nostre località. Dobbiamo far capire il valore di questo
lavoro, che da un’indagine della CGIA di Mestre, è pari a 3,1 miliardi che produciamo
per l’Italia, con l’indotto sfioriamo i 10 miliardi di euro. Questi sono i numeri, siamo
la prima rete nazionale di associazioni no profit di Italia”. La Spina ha inoltre
ringraziato il commissario straordinario Filippo Capellupo, che ha guidato le Pro Loco
della Campania fino al giorno delle elezioni: “in Campania ho trovato meridionali
come me che si sono messi a lavorare, insieme, per arrivare a questo risultato” ha
detto Capellupo “non dobbiamo dimenticare quello che è stato ma farne tesoro per
costruire il futuro che meritate”.
L’Assemblea elettiva è stata aperta dal saluto del primo cittadino di Benevento,
l’onorevole Clemente Mastella, del presidente del consiglio della Regione Campania
Rosetta D’Amelio, del consigliere Erasmo Mortaruolo e da una rappresentanza
dell’Agenzia del Turismo Regione Campania. Al fianco del presidente, la giunta

composta dai presidenti dei comitati provinciali Unpli Campania, ovvero Giuseppe
Silvestri (Avellino), Renzo Mazzeo (Benevento), Maria Grazia Fiore (Caserta),
Marcello Nardiello (Salerno) e Luigi Barbati (Napoli), quest’ultimo designato
vicepresidente di Unpli Campania. Dalle operazioni di voto, invece, è emersa la
nuova fisionomia del consiglio Unpli Campania, con i neoeletti rappresentanti dai
collegi di Avellino (Gaetano Grasso Pro Loco Quindici, Raffaele Labate Pro Loco
Atripaldese, Concetta Mattia Pro Loco Caposele, Luigi Villani Pro Loco Venticanese),
Benevento (Giuseppe Caporaso Pro Loco Monte Taburno, Vincenzo De Lucia Pro
Loco Casali Collinari, Giuseppe Petito Pro Loco Samnium), Caserta (Rosario Ago Pro
Loco Sessa Aurunca, Michele Autiero Pro Loco Cesa, Arturo Marseglia Pro Loco
Vairano Patenora, Domenico Oliva Pro Loco Mathianisi), Napoli (Biagio Arentino Pro
Loco Castello e Palma, Giuseppe Bianco Pro Loco Città di Nola, Tiziana Castellano Pro
Loco Villaregina Boscoreale, Luigi Coppola Pro Loco Castellammare di Stabia),
Salerno (Antonio De Santis Pro Loco Cetara, Luisa Genovese Pro Loco Baronissi,
Antonio Landi Pro Loco Giffoni Sei Casali, Luigi Michele Marino Pro Loco Sant’Angelo
a Fasanella, Aldo Olivieri Pro Loco Agropoli).
Cambio anche all’Organo di Controllo e al Collegio dei Probiviri della Regione
Campania, composti il primo da Aiello Donato (Pro Loco Vico Equense), Lollo Mario
(Pro Loco Montefalcone) e Strollo Rocco (Pro Loco Morra De Sanctis), il secondo da
Ruocco Antonio (Pro Loco Lettere), Serpe Antonio (Pro LocoSan Mango Piemonte) e
Tontoli Nicolino (Pro Loco Montesarchio).
Tra le preferenze espresse dalle pro loco votanti anche la designazione dei
consiglieri nazionali per la regione Campania, una scelta che ha premiato Ciro
Mainini della Pro Loco Arzanese e Mario De Iuliis della Pro Loco Città di Minori, e dei
delegati alla prossima Assemblea Nazionale Unpli che sono Del Gaudio Luigi (Pro
Loco Camerota), Nardiello Marcello (Pro Loco Buccino), Di Mauro Cosmo (Pro Loco
Vietri sul mare), Tommasino Elena (Pro Loco Laurino), Silvestri Giuseppe (Pro Loco
Santa Paolina), Lucido Antonio (Pro Loco Altairpinia), De Iuliis Mario (Pro Loco Città
di Minori), Labate Raffaele (Pro Loco Atripalda), Robertazzi Cosimo (Pro Loco Il
Platano), Cerrato Vincenzo (Pro Loco Sarno), Angelillo Nicola (Pro Loco Cimitile),
Mazzeo Renzo (Pro Loco Paduli), Sarnataro Valentina (Pro Loco Arzano), Autiero
Michele (Pro Loco Cesa), Lombardi Antonio (Pro Loco Apollosa), Savino Pasquale
Domenico (Pro Loco Giugliano in Campania), Laierno Cristina (Pro Loco Mugnano),
Auriemma Francesco (Pro Loco Cesare Augusto), Nappi Giulia (Pro Loco Città di
Nola), Rivetti Antimo (Pro Loco Massercola Forchia).