Turismo in Campania, protagonista anche l’Irpinia con i tour sul treno storico

Turismo in Campania, protagonista anche l’Irpinia con i tour sul treno storico

16 Aprile 2019

E’ ricca l’offerta di mobilità in treno che la Regione Campania e Ferrovie dello Stato hanno lanciato per l’estate 2019 e per il 2020 nell’ambito di una programmazione biennale già confermata per il prossimo anno.

Dall’alta Velocità da Milano al Cilento, alle rotte che toccheranno siti culturali come la Reggia di Caserta, Paestum, Ercolano, passando per i tour sui treni storici nelle aree interne per scoprire l’Irpinia e il Sannio. Di questo si è parlato ieri, lunedì 15 aprile, a Napoli dove è stato presentato il piano della “Mobilità ferroviaria per il turismo in Campania” nel corso di una conferenza tenuta nella sala “Francesco De Sanctis” di Palazzo Santa Lucia dall’Assessore regionale al Turismo Corrado Matera, dal Direttore Divisione Long Haul di Trenitalia Paolo Attanasio, dal Presidente dell’Eav Umberto De Gregorio, dal Direttore della Fondazione FS Italiane Luigi Cantamessa.

“Negli ultimi anni abbiamo avuto un interesse internazionale per i nostri territori – ha dichiarato il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca – e ora lavoriamo per consolidare questi flussi con un’organizzazione su più fronti tra cui quello della mobilità su ferro”. “Abbiamo recuperato linee storiche nell’anno internazionale del ‘turismo lento’ ma anche potenziato l’alta velocità da aprile ad a ottobre per il Cilento e presto lanceremo un treno che collega Napoli ad Assisi” ha continuato De Luca.

Nel 2019 sono previsti oltre quaranta collegamenti in treno storico, promossi in collaborazione con l’assessorato alTurismo della Regione, tra cui i treni storici e turistici “Irpinia Express”, che percorrono i 118 chilometri immersi nel verde da Benevento e Avellino fino al cuore dell’Irpinia. A questi si aggiunge il programma sull’antica linea beneventana a bordo del “Sannio Express”: turisti e fedeli potranno raggiungere da Benevento, Pietrelcina, lungo il percorso della fede verso i luoghi natii di San Pio, così come lungo l’Avellino Rocchetta, da Montevergine a Materdomini, sono decine i santuari e i luoghi artistici della fede a disposizione dei pellegrini.