Quel treno per Napoli

0
7

Renato Spiniello – Domani lunedì 11 settembre ripartirà, dopo quasi 8 anni, un treno dalla stazione di Avellino in direzione del capoluogo regionale. Trenitalia, come ampiamente anticipato nelle passate settimane, ha garantito – in via ancora sperimentale – una corsa al mattino ed una al ritorno nel primo pomeriggio.

Si parte da Borgo Ferrovia alle 6:20 con arrivo nel capoluogo partenopeo alle 7:50, mentre il ritorno è previsto alle 17:02 con arrivo ad Avellino alle 18:30. Il costo del biglietto per la singola corsa sarà di 4,70 € per la corsa semplice (ma sul sito di Trenitalia è fissato a 5,20) e 5,50 per quella integrata. L’abbonamento mensile costerà invece 86 €. Previste fermate intermedie alle stazioni di Solofra, Montoro-Forino, Mercato San Severino, Nocera Inferiore e Pompei. La durata media del tragitto è di 90 minuti.

Proprio per favorire il collegamento sterrato tra le due province, come riportato dal sito Air e Cti-Ati, saranno previsti dei piccoli cambiamenti per collegare, tramite mezzi pubblici, la stazione di Borgo Ferrovia al resto della provincia.

Da Mercogliano, infatti, la prima corsa su gomma anticiperà alle 5:50 consentendo agli utenti di raggiungere la stazione appena qualche minuto prima della partenza del treno per Napoli. La stessa dovrebbe transitare per Piazza Libertà intorno alle 6:05 e dunque giungere in stazione (traffico permettendo) non prima alle 6:15 (5 minuti prima della partenza del treno). Tutto invariato invece per il collegamento da Atripalda, prima partenza alle 6:00 e dunque arrivo alla stazione per le 6:05/10.

I dubbi, facendo due calcoli, rimangono. Innanzitutto per la durata del viaggio, nettamente superiore ai tempi di percorrenza previsti dalla corsa in autobus, ma anche e soprattutto per la partenza dell’unica corsa di ritorno (17:02), che taglia fuori tutta l’utenza che smette di lavorare o studiare dalle 18:00 in poi. Gli unici beneficiari del servizio sarebbero i soli cittadini della Valle dell’Irno che, per recarsi nel capoluogo partenopeo, potranno evitare la tappa intermedia in quel di Avellino, anche se la singola corsa taglia comunque fuori coloro che vanno a Napoli in orari differenti.

Quel treno per Napoli è dunque pronto a partire tra qualche ora, solo allora potremmo avere una prova di quanti – e quali – utenti usufruiranno davvero del servizio, ad oggi sperimentale ma che già necessità di potenziamenti.