Traffico internazionale, incroci con l’Irpinia: chieste le condanne

Traffico internazionale, incroci con l’Irpinia: chieste le condanne

24 Settembre 2021

di AnFan – Una storia di droga complessa, con un omicidio sullo sfondo, che si incrocia con la provincia di Avellino. Ieri il pubblico ministero Giampaolo Melchionna, impegnato presso il tribunale di Grosseto, ha formulato le richieste di condanna per sei persone finite in un’indagine su una sparatoria avvenuta in città a Natale del 2019. 

Un imputato, la cui posizione è stata stralciata, è già stato condannato a 20 anni di reclusione per omicidio, tentato omicidio, porto abusivo di arma, furto e traffico di cocaina. L’indagine sulla morte di un 33enne aveva rivelato un traffico internazionale di droga con varie ramificazioni in italia. Ed è qui che entra in gioco la provincia di Avellino.

Una costola dell’indagine ha rivelato che la rete di spaccio partiva dal Sud America verso la Toscana. Gli stupefacenti andavano poi a finire a Napoli e nel capoluogo irpino. In Irpinia gli agenti avevano arrestato un 45enne del posto, pluripregiudicato, contestando la detenzione ai fini di spaccio di oltre tre chili di cocaina. L’uomo poi era stato assolto. Durante l’udienza in tribunale, però, è stato confermato il passaggio di altri imputati in Irpinia. La droga, insomma, era davvero diretta ad Avellino.