Trading di criptovalute, cosa c’è da sapere sui broker

Trading di criptovalute, cosa c’è da sapere sui broker

26 Ottobre 2020

La paura di incappare in situazioni poco trasparenti nel momento in cui ci si dedica al trading di criptovalute è comune a molti aspiranti investitori, ma non è questo il solo aspetto di cui ci si deve preoccupare se si ha intenzione di proteggere e al tempo stesso di accrescere il proprio capitale. Il primo consiglio utile per tutti i trader, e a maggior ragione per quelli che hanno ancora poca esperienza in questo mondo, è quello di verificare sempre con la massima attenzione le condizioni e i termini di utilizzo della piattaforma a cui ci si rivolge, anche per capire e conoscere il suo modus operandi.

Il trading automatico

Navigando sul sito https://crypt-ex-pro.com/it/ è possibile comprendere tutti i vantaggi offerti dal trading automatico. In questo caso ci si può affidare a Crypt Ex, un programma totalmente automatizzato che è stato studiato e creato per effettuare operazioni senza che ci sia bisogno dell’intervento umano. Chi utilizza questo software ha la possibilità di cambiare, a seconda delle proprie necessità, i parametri di negoziazione; inoltre in qualunque momento si può passare dalla modalità di trading automatico a quella manuale e viceversa. I partner di broker del sistema possono contare su alti standard di sicurezza a tutela dei dati e, ovviamente, del denaro degli investitori.

Come trovare la piattaforma giusta

A seconda della piattaforma con cui si ha a che fare, è probabile che per gli asset selezionati ci si imbatterà in prezzi diversi. Così, ci si può rendere conto con facilità che le differenze delle quotazioni per gli asset rappresentano una risorsa preziosa per capire se un broker è propenso alla perdita di volume commerciale. Ci sono molte piattaforme, tra quelle attive nel settore delle criptomonete, che decidono di addebitare al trader una determinata somma per ogni operazione che viene eseguita. Come è facile intuire, però, accettando un meccanismo del genere si finisce per gettare alle ortiche una parte del capitale che si ha a disposizione.

Le tariffe e le commissioni

È utile tenere conto del fatto che le tariffe non sono sempre uguali, il che vuol dire che ci sono piattaforme che prevedono prezzi più alti rispetto ad altri. Per i trader è sempre opportuno essere consapevoli dell’esistenza e dell’entità delle commissioni, a prescindere dal livello di esperienza su cui si può contare. Se è previsto un addebito in percentuale di ogni commissione per tutte le operazioni, è chiaro che un trader la cui strategia si basa su operazioni frequenti si ritrova alle prese con costi eccessivi. E non è tutto, perché varie piattaforme prevedono commissioni perfino sui prelievi.

L’importanza di trovare la piattaforma giusta

Qualunque trader che abbia un certo interesse a investire nelle criptovalute dovrebbe chiedersi quale sia la piattaforma migliore per operare. Tutti i trader che possiedono una formazione adeguata a proposito delle monete virtuali sono ben consapevoli della necessità di pianificare e di mettere a punto un percorso personale, indispensabile per investire nei mercati finanziari. Per capire qual è la piattaforma migliore conviene tenere conto delle proprie esigenze e delle proprie aspettative: insomma, tutto dipende dagli obiettivi che ci si propone di perseguire.

Il broker

Ecco, quindi, che è bene riflettere sul proprio scopo: qual è la ragione da cui si è indotti a prendere parte al trading? Solo rispondendo a questa domanda si può capire quale sia lo stile di trading più consigliabile. Ci sono i trader orso e i trader toro; occorre capire, dunque, se si sia più interessati a raggiungere obiettivi sul breve termine o se, al contrario, non si preferisca ragionare sul lungo periodo.