Torneo nazionale dell’ordine forense, ottimo esordio per l’Avellino

0
77

Esordio col botto nel torneo nazionale degli ordini forensi da parte degli avvocati di Avellino. La squadra irpina, agli ordini di mister Antonio Picciocchi, ha schiantato i colleghi di Cosenza, finalisti l’anno scorso, con un secco 3-0.

Il torneo vede iscritte sei squadre, inserite in due gironi: nel girone degli irpini, oltre ad Avellino e Cosenza, ci sono gli avvocati di Trani, mentre Lecce, Palermo e Tivoli formano l’altro raggruppamento. Con la vittoria di ieri, Avellino è già ad un passo dalla semifinale.

L’esordio di lunedì: dopo un inizio in cui le squadre si sono studiate, Avellino ha subito preso il sopravvento. Monda ha iniziato ad impervesare sulla fascia sinistra, procurandosi e segnando il rigore del vantaggio. Poi ancora Avellino: traversa di Monda, tiro da fuori di Cannaviello con gran parata del portiere avversario ed altro rigore negato agli irpini per fallo su Amelio. Ad inizio ripresa, dopo l’espulsione di Castellano per doppia ammonizione, i lupi irpini non si sono scomposti. Il 2-0 è un’invenzione di Amelio: su lancio lungo di un instancabile Cerullo, il bomber biancoverde salta in velocità due difensori avversari e batte il portiere in uscita. Il 3-0 è un sigillo a tempo scaduto di Cannaviello, abile a superare il portiere con un diagonale di sinistro. Con la gara di lunedì, l’Avellino ha già fatto capire di voler dire la sua in questo torneo e, perché no, cercare di portare a casa il trofeo.

ORDINE AVVOCATI AVELLINO: Mazzone, Sabatino, Rinaldi, Iansiti, Castellano, Annunziata, Monda, Cerullo, Tulimiero, Amelio, Cannaviello. A disposizione: Trofa, Iannaccone, Esposito, De Masi, Musto, Trerotola, Fiorentino. All.: Picciocchi

Così l’Avv. Antonio Picciocchi: “Buon esordio della squadra degli avvocati di Avellino, alla prima esperienza in un torneo nazionale forense sotto l’egida della FIGC. Tutta la squadra ha giocato al meglio delle proprie possibilità, soprattutto dopo essere passata in vantaggio, ed anche quando è rimasta in 10 per una discutibile espulsione di Castellano. Proprio con l’uomo in meno abbiamo dato il meglio, riuscendo a segnare altri due gol senza rischiare nulla. Ora la testa è già a domani: giocheremo in condizioni climatiche meno proibitive contro “Magna Graecia” (Ordine Avvocati di Lecce). Sono fiducioso perché la squadra ha disputato una gran partita”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here