Torella, meditavano furti in abitazione: denunciati dai carabinieri 2 pregiudicati

Torella, meditavano furti in abitazione: denunciati dai carabinieri 2 pregiudicati

19 Maggio 2015

È andata male ai due pluripregiudicati che questa notte, controllati dai Carabinieri di Torella dei Lombardi (AV), sono stati denunciati in stato di libertà per “porto di strumenti atti allo scasso e ad offendere” e sono stati allontanati con “foglio di via obbligatorio”.

Diverse erano state le comunicazioni pervenute alla Centrale Operativa di Montella che segnalavano una macchina aggirarsi con fare sospetto nelle contrade tra Torella dei Lombardi e Castelfranci. Immediatamente i Carabinieri di Montella, avuta la notizia, hanno dato attuazione ad un articolato e consolidato dispositivo per intercettare l’autovettura e generalizzare i suoi occupanti che stavano, con molta probabilità, per mettere a segno qualche furto.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Torella dei Lombardi, già in servizio esterno nell’ambito dei consueti servizi disposti dal Comando Provinciale di Avellino e volti principalmente al contrasto dei reati di tipo “predatorio”, hanno fermato l’autovettura segnalata con a bordo 2 soggetti: il conducente di nazionalità bulgara ed il passeggero proveniente dall’hinterland napoletano.

I rituali accertamenti mediante Banca Dati FF.PP. fatti dai Carabinieri hanno consentito di avvalorare i sospetti dei militari, i quali hanno accertato che i due fermati avevano alle spalle numerosi precedenti penali a loro carico, principalmente per furto e false dichiarazioni sull’identità personale.

I due pregiudicati, essendo stati controllati nei pressi villette isolate e in ora tarda, sono stati sottoposti a perquisizione, le cui operazioni di ricerca hanno permesso di trovare oggetti atti ad offendere ed allo scasso (un grosso bastone ed un martello), guanti ed una sciarpa, materiale che si presuppone potesse servire per commettere reati e, pertanto, sottoposto a sequestro.
Oltre alla denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Capo, Dott. Rosario Cantelmo, come accennato, non avendo fornito alcuna giustificazione circa la loro presenza in quel centro, sono stati allontanati con proposta di foglio di via obbligatorio.

Il bulgaro è stato, inoltre, denunciato per “guida senza patente”, non avendola mai conseguita. L’autovettura, invece, essendo sprovvista di polizza assicurativa e non potendo circolare perché già sospesa dalla circolazione per non aver superato la revisione periodica, è stata sottoposta a sequestro amministrativo. Per tali infrazioni al Codice della Strada, sono state contestate violazioni amministrative per circa 3000 euro.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.