Tito salva l’Avellino dagli undici metri. A Palermo è 1 a 1

0
2943

L’Avellino pareggia nella insidiosa trasferta di Palermo in una gara in cui le squadre terminano la gara in dieci uomini per le espulsioni di Doda e Rizzo. I lupi ottengono il quinto risultato utile consecutivo creando tanto e sprecando altrettanto.

Nel primo tempo parte meglio il Palermo che dopo una fase di studio al 15’ minuto sugli sviluppi di calcio d’angolo i rosanero passano in vantaggio con un perfetto colpo di testa di Lancini che di testa batte Forte. Al 22’ è Fella che sfiora il raddoppio con un tiro dal limite che per fortuna dell’Avellino esce fuori. Verso la metà del tempo sale in cattedra l’Avellino sull’asse Kanoute – Di Gaudio con il dieci biancoverde che sfiora in tre occasione il goal: nelle prime due occasioni il portiere palermitano nega il pareggio e poi è il palo che nega la gioia del goal al fantasista dei lupi.

Nella ripresa Braglia inserisce Plescia che spreca subito l’occasione del pareggio: lanciato a rete e a tu per tu con il portiere calcia debolmente favorendo la parata di Pelagotti. Al 12′ il Palermo resta in dieci uomini con il difensore del Palermo Doda, già ammonito, atterra Kanoute al limite dell’area: secondo giallo e palermo in inferiorità numerica. Sulla punizione susseguente Matera sfiora il goal ma Pelagotti dice di no con un prodigioso intervento. Passano pochi minuti e anche l’Avellino resta in 10: Valente sfugge a Rizzo e s’invola verso la porta, il difensore biancoverde lo stende e l’arbitro lo manza anzitempo negli spogliatoi. Al 27′ Plescia sfiora il goal approfittando di una corta respinta di Pelagotti ma la sua conclusione finisce sul palo. Ma è lo stesso Plescia qualche minuto più tardi a conquistarsi il penalty che Tito dagli undici metri non fallisce. Non succede più nulla e le due squadre si accontentano del pari.

Per l’Avellino un buon pareggio che in classifica sale a quota 17 punti e sabato in casa affronterà alle 17,30 il Taranto e dovrà fare a meno degli squalificati Rizzo e Dossena.

Articolo precedenteIl campionato dei lupi – L’Avellino torna dal Barbera con un punto meritato ma il rigore del pari è molto generoso
Articolo successivoGiorno storico per Sant’Andrea di Conza: la signora Nocera Filomena compie 100 anni
☑ Dal 2011 ho iniziato la mia attività di libero professionista operando principalmente nel campo del visualmaking: fotografia e video. Ma già avevo maturato un'esperienza nel settore, avendo lavorato con le emittenti televisive Irpinia TV e Telenostra che mi hanno fatto da apripista in ambito professionale. ☑ Collaboro oggi con le maggiori testate della provincia di Avellino sia per service fotografici che video. Attualmente lavoro con le testate di Ciriaco, IrpiniaNews, Ottopagine e faccio da service esterno all’emittente Canale 58. ☑ La mia attività fotografica si svolge prevalentemente in ambito sportivo, soprattutto con il calcio. Ho anche un'importante expertise nell'ambito della pallavolo dove sono stato fotografo ufficiale della Sidigas Atripalda che ha vinto una coppa Italia di serie A2. ☑ Svolgo anche servizi fotografici e video da cerimonia ed in generale per eventi: principalmente battesimi, comunioni e feste. ☑ Realizzo fotografia pubblicitaria e video pubblicitari. ☑ Possiedo, infine, esperienze anche in ambito nazionale con il varo della MSC divina a Marsiglia (che ha avuto come testimonial Sofia Loren), il premio Malaparte a Capri. ☑ Sono giornalista pubblicista dal febbraio 2015