Terremoto ’80, convegno della Cgil. Fiordellisi: “Alzare l’attenzione dell’opinione pubblica”

0
16

In occasione del 37° anniversario del terremoto del 23 novembre del 1980, la Cgil Campania e Irpinia organizza un dibattito, che si terrà alle 10 di domani al Circolo della Stampa, dal titolo “Oltre il ricordo”.

Questo il commento del segretario generale Franco Fiordellisi:

“Le aree ad elevato rischio sismico coprono il 44% del territorio nazionale, in cui abitano circa 21,8 milioni di persone, il 36% della popolazione italiana. Il 75% del patrimonio abitativo non è stato costruito secondo i moderni codici antisismici da Nord a Sud.

L’attenzione dell’opinione pubblica verso i rischi derivati da catastrofi naturali dura, di solito, poche settimane, quelle successive al disastro sia esso più o meno grande. In quelle settimane si parla di come mitigare il rischio, adeguando le strutture pubbliche e private, o investendo nella messa in sicurezza del territorio.

Però ben presto si abbandonano le questioni per dedicarsi ad altre priorità, anche perché non è “conveniente” investire risorse pubbliche in un settore che non è immediatamente redditizio ai fini politici ed elettorali, meglio gestire le emergenze che l’ordinarietà e la manutenzione del territorio”.