Teatro d’Europa, “ProduciAMO l’Ipinia – La domenica a Teatro”

11 Ottobre 2013

Al via la nuova Stagione Teatrale 2013/2014 al Teatro d’Europa di Cesinali: “ProduciAMO l’Ipinia – La domenica a Teatro” organizzata dall’Associazione Teatro d’Europa Don Ferdinando Renzulli. Domenica 13 ottobre alle 19.30 con replica domenica 20 e 27 ottobre sempre alle 19.30, la compagnia Teatro d’Europa presenta: Ai Bagni Regina Margherita l’improbabile rappresentazione della Francesca da Rimini con Luigi Frasca, Carmine Brogna, Carlo Simeoni e Giandomenico Coppola regia Luigi Frasca aiuto regia Angela Caterina di Antonio Petito adattamento di Lucio Bastolla. “La Francesca da Rimini” dichiara il direttore artistico Luigi Frasca “è tra le farse più esilaranti che il panorama drammaturgico napoletano, ancora oggi, può offrire. Quella del Petito non è l’unica parodia che si ispira all’omonima tragedia scritta da Silvio Pellico. E’ presente anche un’altra, scritta da Scarpetta. I motivi e le ragioni che spinsero quest’ultimo ad elaborare una nuova parodia ispirata a “La Francesca da Rimini” non si conoscono. A parte il prologo, riscritto ex novo, la vera novità introdotta nella “sua” Francesca consiste nella citazione dei versi originali di Silvio Pellico ai quali Petito, forse per ragioni storico-sociali, accenna superficialmente, vero fulcro intorno al quale ruota tutta la parodia. Lo spettacolo è il risultato della fusione di queste due commedie. Fusione che vede prevalere la versione Petitiana nel prologo e quella Scarpettiana nella seconda parte, quella dedicata alla parodia vera e propria. In questo allestimento, si è anche trasferita l’azione scenica, non più in un teatro, ma in uno stabilimento balneare degli inizi del ‘900. Tra cabine e ombrelloni, una sgangherata compagnia teatrale, scritturata per intrattenere i bagnanti con le loro farse, suo malgrado, è costretta a mettere in scena la tragedia di Pellico. Inizia la prova e i nostri poveri comici s’imbattono in un ostacolo per loro quasi insormontabile: la lingua italiana. Risultato? Uno spettacolo dove si ride tanto e di gusto, pieno di gag, situazioni comiche e battute esilaranti. Una perfetta macchina scenica nella quale tutti i personaggi concorrono a creare una vorticosa spirale di comicità che trascina gli spettatori in un “continuum” d’ilarità e di divertimento. Coinvolgimento e buon umore è la miscela scelta per questo spettacolo e se è vero che ridere fa buon sangue… Ridere! Ridere! Ridere!”. Molto importante è anche l’iniziativa che l’Associazione ha riservato per la solidarietà, infatti, l’incasso della terza domenica , sarà devoluto in beneficenza alla Mensa dei poveri Don Tonino Bello; inoltre verranno distribuiti 50 biglietti omaggio per la Comunità di Cesinali.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.