Studente pusher bloccato dalla Mobile: marijuana, soldi e banconote false

0
3489

AVELLINO- Bloccato all’uscita del casello Autostradale di Torrette con 168 grammi di marijuana e ottomila euro nel bagagliaio si scopre che a casa nascondeva ben 16 buste dello stesso stupefacente con circa 112 mila euro in banconote da 50, alcune rilevatesi false.
In totale sono più di ottocento grammi di stupefacente caduti in sequestro da parte degli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Avellino, agli ordini del vicequestore Giancarlo Aurilia.

Tutto è iniziato poco dopo le venti di ieri sera, quando il giovane studente avellinese classe ’93 è stato bloccato all’uscita del casello A16 dagli uomini dell’Antidroga agli ordini del sostituto commissario Roberto De Fazio. La perquisizione ha avuto esito positivo.

All’interno del bagagliaio della vettura sono state rinvenute due buste con circa 168 grammi di marijuana e in un borsone rosso una somma pari a quasi ottomila euro. Non solo.

Nel vano portaoggetti della vettura c’erano altri 950 euro. Il trentenne è stato dichiarato in arresto e contestualmente è scattata anche la perquisizioni al suo domicilio.

Proprio dalla stessa attività e venuto fuori un vero e proprio deposito di sostanza stupefacente. Gli agenti della Mobile hanno scoperto infatti la somma di 112 mila euro e una mazzetta di 53 banconote da 50 euro false. In casa c’era anche tutto l’occorrente per imbustare la sostanza stupefacente e una busta di plastica con flaconcini di Thc, oltre ad un bilancino.

Il trentenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà domani davanti al Gip del Tribunale di Avellino. Il trentenne, difeso dal penalista Gerardo Santamaria, deve rispondere di detenzione ai fini dello spaccio di droga.