Sport (non) per tutti in Campania. Sorride il dato di Avellino

0
5
Dieta-Sport-alimentazione
Dieta Sport alimentazione

Sempre meno i Comuni che investono più di dieci euro per residente per lo sport o manifestazioni a carattere sportivo.

Una voce di bilancio che pare non interessare più del dovuto agli amministratori locali, secondo i dati raccolti e pubblicati da Openpolis, l’osservatorio civico della politica italiana che si occupa dell’accesso ai dati pubblici.

L’agenzia nazionale, ha infatti pubblicato e reso noto i dati relativi alla spesa pro capite dei comuni per le manifestazioni sportive per l’anno 2014.

Gli eventi spesso organizzati dalle società sportive, possono ricevere il patrocinio da parte dell’amministrazione comunale, ma, in alcuni casi, sono proprio i comuni a pianificare questi eventi stanziando dei fondi ad hoc per lo svolgimento della manifestazione.

Eventi che tra l’altro, spesso risultano essere un’importante vetrina pubblicitaria per lo stesso comune ospitante od organizzatore che sia, richiamando visitatori e turisti, in altri casi invece, possono avere fini sociali e/o benefici i cui proventi vengono destinati ad associazioni di volontariato, ospedali o altro.

Eppure, il quadro che ne viene fuori non è dei più rosei soprattutto a livello nazionale.

In Campania in generale, ma anche in provincia di Avellino, e, nello stesso capoluogo, emergono invece positive eccezioni.

L’analisi dei numeri è impietosa, sul dato generale: nelle grandi città italiane la spesa pro capite per manifestazioni sportive, si attesta su meno di dieci euro a residente per scendere addirittura a cinque, nei centri con più di duecentomila abitanti.

In Campania, c’è un comune che si piazza al primo posto in assoluto in Italia per gli investimenti su ogni residente ed è San Nazzaro in provincia di Benevento con 454,12 euro di spesa.

La seconda e la terza piazza del podio però spettano a due comuni della provincia di Avellino, Morra e Chiusano San Domenico, che spendono rispettivamente 376,13 euro e 140,13 euro per cittadino.

Chianche, Sorbo e Monteverde, per l’Irpinia, rientrano nella top 20 regionale (e nei top 500 d’Italia).

Per quanto riguarda i comuni capoluogo, è Salerno la città che fa registrare i maggiori investimenti (50,13 euro a cittadino); segue al città di Avellino con (14,11 euro pro capite di investimenti), Napoli (12,38), Caserta (5,28) e Benevento (5,09).