Spaccio di droga: ex candidata e altri due patteggiano

Spaccio di droga: ex candidata e altri due patteggiano

19 Settembre 2019

di Andrea Fantucchio – Si è concluso con tre patteggiamenti il processo a carico di altrettanti imputati finiti in un’inchiesta per spaccio di cocaina, a carico di sette persone. Il gup, Francesca Spella, ha stabilito due anni con pena sospesa per un’ex candidata al consiglio comunale di Avellino, quattro anni e quattro mesi per il compagno e tre anni e otto mesi per un terzo imputato, in continuazione con un’altra pena per lo stesso reato che l’uomo sta già scontando ai domiciliari.
Il patteggiamento è stato accolto dal pubblico ministero, Luigi Iglio, e proprio dal giudice per le udienze preliminari. La difesa dell’ex candidata,rappresentata dall’avvocato Samuela Scardino, ha ottenuto l’attenuante (riconosciuta poi dal Pm) della minima importanza che la donna avrebbe rivestito nei reati ipotizzati. Il legale aveva ottenuto la scarcerazione dei giudici del Riesame. Stavolta ha puntato sul fatto che la donna fosse incensurata e svolgesse un’attività lavorativa prima dell’ordinanza cautelare. Arrivata dopo gli accertamenti della Squadra Mobile di Avellino, guidata da Michele Salemme, che poggiavano sui sequestri e le intercettazioni raccolte dalla sezione antidroga, diretta dall’ispettore superiore Roberto De Fazio.