Solomita spiava moglie con webcam. I familiari: “Il carcere è poco”

0
760

Modena – E’ stato convalidato dal Gip l’arresto di Dario Solomita, il 41enne di Avellino e residente da anni a Carpi che all’alba di martedì ha ucciso a coltellate la moglie Giuseppa Caruso nella cucina della loro casa.
Intanto, si delineano più chiaramente i contorni dell’ossessione che opprimeva Dario Solomita, la gelosia profonda che provava da un mese nei confronti della moglie, dopo che l’aveva vista parlare in strada, appartata, con un ex fidanzato, una storia finita 20 anni fa.
Da allora l’uomo aveva anche cominciato a spiare la donna, aveva montato in casa una webcam per registrare tutto quello che lei faceva quando lui non c’era. Nell’ultima settimana il suo stato d’animo era persino peggiorato, tanto da rivolgersi al medico. E lunedì, il giorno prima della tragedia, la situazione precipita.
Nelle registrazioni mancano due ore, un buco che per Solomita è una conferma: la moglie ha un amante.
Alla sera la affronta, litigano, lei nega, e lui si ferma a dormire sul divano. Alla mattina la discussione ricomincia e lui la incolpa anche di aver fatto entrare qualcuno durante la notte, mentre lui era nell’altra stanza. Un delirio che Pina Caruso non riesce a calmare, e a quel punto lui prende il coltello.
Al giudice per le indagini preliminari, Domenico Truppa, che questa mattina lo ha interrogato, l’uomo ha detto di non ricordare più nulla proprio dal momento in cui ha preso il coltello, un blackout che finisce solo quando vede la moglie a terra, colpita a morte, e chiama la polizia.

Al momento sarebbe esclusa la premeditazione. Con tutta probabilità la convalida dell’ arresto verrà fissata per domattina dal gip Domenico Truppa, mentre bisognerà aspettare alcuni giorni per l’autopsia. Sconcerto a Carpi e rabbia, tanta rabbia, tra i parenti della coppia. I familiari di Sodomita sono duri: “Deve pagare, il carcere è poco per quello che ha fatto, tutti amavamo Pina”.
“È un disgraziato”, dicono disperati i genitori della vittima, massacrata a colazione mentre la figlia di 9 anni dormiva. La bambina, nove anni, che non si è accorta di nulla perchè stava ancora dormendo: è stata affidata ai nonni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here