Solofra – Consorzio di Bonifica: a giugno il referendum abrogativo

0
2

Solofra – Cresce il malcontento tra la popolazione della Valle dell’Irno per il pagamento della tassa annuale – al Consorzio di Bonifica Integrale – relativa alla pulizia dei valloni e alla depurazione delle acqua. Dopo la richiesta di abolizione del tributo da parte di molti amministratori locali, il governatore della Campania, Antonio Bassolino, si è espresso favorevolmente all’abolizione del Consorzio di Bonifica Integrale del Sarno. La presidenza della Giunta regionale della Campania, ha ratificato la proposta di un referendum abrogativo che si terrà nel giugno prossimo. Saranno chiamati ad esprimersi sulla continuità del Consorzio i Comuni appartenenti alle province di Napoli, Salerno e Avellino. I comuni della Valle dell’ Irno annessi all’ente sono: Forino, Solofra, Montoro Superiore, Montoro Inferiore, Mercato San Severino, Fisciano e Calvanico. Nell’attesa del responso delle urne, alcune decisioni prese dal Consorzio hanno fatto discutere non poco gli utenti per alcuni avvisi di pagamento in espressa e manifesta contrarietà a quanto stabilito dalla legge regionale dell’11 agosto 2005 che recita: “…non si fa luogo all’ accertamento, all’ iscrizione a ruolo ed alla riscossione di crediti di ammontare uguale o inferiore a 17 euro”. Nell’attesa del risultato referendario, la Regione ha chiarito che da quest’anno a pagare la tassa di bonifica saranno solo i proprietari di fondi agricoli o possessori di immobili impiegati ai fini commerciali.(D.G.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here