Smaltire l’olio rispettando l’ambiente. L’iniziativa ad Atripalda

0
4

L’Assessorato all’Ambiente del Comune di Atripalda ha attivato un altro importante servizio che aiuterà i cittadini a smaltire correttamente l’olio vegetale esausto.
L’olio usato che raggiunge uno specchio d’acqua, forma una sottile pellicola impermeabile che impedisce l’ossigenazione e compromette l’esistenza della flora e della fauna. Un solo chilo di olio può ricoprire con la sua pellicola una superficie di 1000 metri quadrati. Da qui la necessità di smaltire correttamente questo prodotto e proprio a tal fine l’amministrazione comunale, ha attivato una convenzione con una ditta specializzata.
La “ Papa ecologia” si è aggiudicata il servizio e ha offerto alla città tremila tanichette di plastica adatte alla raccolta dell’olio esausto, in distribuzione presso il deposito comunale di via Cesinali (nell’area sottostante l’asilo comunale) dove dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 previa esibizione di documento di riconoscimento, sarà rilasciata una tanichetta per ogni nucleo familiare. Una volta riempito il flacone, sarà possibile sversare il suo contenuto nei raccoglitori stradali installati in Largo Pergola (ingresso ufficio tecnico), piazza Orte (area mercatino rionale), via Manfredi (area scuola De Amicis) via Appia (area Famila).
”Oltre la salvaguardia ne beneficeranno anche le casse comunali – spiega l’assessore all’Ambiente Prezioso – visto che la ditta aggiudicataria corrisponderà 360 euro per tonnellata di olio raccolto. Insomma, dopo il servizio di raccolta di abiti usati, continuiamo ad attivare servizi che piuttosto che rappresentare un costo per la comunità, sono una voce attiva per il bilancio. Come accade per la raccolta differenziata, che sta dando ottimi risultati in termini percentuali, anche per la raccolta dell’olio, protagonisti saranno sempre i cittadini atripaldesi grazie alla loro attenta e fattiva collaborazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here