Sidigas, ecco Fitipaldo: “Io e Filloy complementari. Ragland? Non faccio paragoni”

0
4

Renato Spiniello – Il nuovo play della Sidigas Avellino, l’uruguagio Bruno Fitipaldo, è sbarcato ieri pomeriggio al PalaDelMauro per visite mediche e prime parole alla stampa. Reduce dall’impegno in Fiba American Cup con La Celeste, l’ex Capo d’Orlando raggiungerà oggi i proprio compagni in Sardegna, impegnati mercoledì a Padru contro la Dinamo Sassari.

“Molto felice di essere qui – ha detto l’ex Galatasaray – sono pronto per cominciare la nuova stagione con la Scandone, a conoscere tutti i compagni e ad entrare nei meccanismi di squadra il più presto possibile. Certo la mezza stagione disputata in Italia con Capo d’Orlando mi aiuterà molto e anche l’esperienza in Eurolega, che mi ha permesso di crescere tanto come giocatore”.

Il diesse Sindoni ha scoperto Fitipaldo, portandolo in Italia. “Per questo gli sono molto grato – ha continuato il play – Ragland? E’ un giocatore di grandissima classe ma non mi voglio paragonare a lui, sono un altro tipo di giocatore e voglio fare una grande stagione, crescendo con tutta la squadra”.

La scelta di Avellino: “La società mi ha mostrato grande interesse e questo mi ha fatto piacere, cercavo un club in cui potessi essere importante e quando è arrivata la chiamata non ho esitato. Penso che è stata una buona scelta”.

Infine una battuta sul dualismo con l’altro latino della Sidigas l’italo-argentino Ariel Filloy. “Abbiamo molto in comune – chiosa Fitipaldo – lo scorso anno è stato campione d’Italia e possiamo essere complementari in campo”.

Indosserà la canotta numero 6.