Sidigas Avellino, il lungo arriverà dopo le Final Eight

0
4

La Sidigas Avellino archivia momentaneamente la Lba con il successo sulla Consultinvest Pesaro e si prepara alla settimana delle Final Eight, in programma a Rimini dal 16 al 19 febbraio. Gli irpini, che arrivano alla kermesse da secondi classifica, esordiranno venerdì contro la Dinamo Sassari, formazione in grande crescita nell’ultimo periodo che ha chiuso il girone di andata al settimo posto ma che attualmente si è piazzata ai piedi del podio.

Il mercato, alla luce della situazione infortunati, continua a tenere banco all’ombra del Partenio ed è destinato ad accompagnare i biancoverdi fino alla partenza alla volta dell’Emilia-Romagna. Nota la lungodegenza di Marco Cusin (fermo ai box per circa due mesi), da registrare i guai alla spalla sinistra di Ragland e l’influenza – ora smaltita – dell’altro lungo Fesenko. Il primo, escluso dallo starting-five contro la Vuelle, ha giocando a sprazzi segnando comunque 13 punti; il secondo è rimasto sui legni per circa 15 minuti in quanto non era in condizione.

In vista della Champions League (in programma il 28 febbraio/1 marzo in gara di andata e il 7/8 marzo per il ritorno) sarà necessario allungare il roster a disposizione di coach Sacripanti. Sfumata – almeno per il momento – l’ipotesi David Logan, il gm Nicola Alberani si è concentrato su un centro comunitario da aggiungere alle rotazioni. Il nome è quello di David Andersen, 211 cm di cittadinanza danese, che vanta un palmares di tutto rispetto con 3 Euroleghe, 3 Campionati italiani e 3 Coppe Italia in bacheca.

L’ex Virtus Bologna, non proprio giovanissimo, dopo una carriera passata tra Europa ed Nba, ha deciso di tornare in patria al Melbourne United, compagine rimasta fuori dalle Final Four australiane. La Scandone proverà a piazzare il colpo entro mercoledì, anche se l’ipotesi più accreditata è che gli irpini rimarranno con questa squadra fino a dopo la Coppa Italia. Sacripanti è stato chiaro a riguardo: “Non so se arriverà Andersen, la nostra priorità è un lungo per gli allenamenti che possa essere schierato all’occorrenza. Alberani sa quello che serve”. Intanto la data della scadenza dei tesseramenti utilizzabili per la Champions League, fissata per il 24 febbraio, incombe.